Carabinieri Chiari

Arrestato marocchino violento in famiglia

Mercoledì 18 aprile i Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Chiari hanno arrestato un 40enne di origine marocchina,  coniugato, operaio, censurato per reati specifici, in quanto ritenuto responsabile di sequestro di persona, atti persecutori, maltrattamento in famiglia, e lesioni personali.

Durante la mattina, la moglie di 25 anni aveva contattato il numero unico di emergenza in evidente stato di agitazione, riferendo che il proprio marito, mentre era ubriaco, l’aveva ripetutamente minacciata di morte e malmenata di fronte ai figli minori di nove e due anni, chiudendola infine in casa impedendole di uscire per accompagnare il figlio a scuola e sottraendole il telefono per vietarle di chiamare i soccorsi. Dopo circa due ore di segregazione, approfittando di un momento di assopimento dell’uomo, la donna era riuscita a recuperare il cellulare e a chiamare in aiuto i militar che sono giunti rapidamente nella casa della coppia arrestando l’uomo prima che potesse ritorcersi nuovamente sulla moglie. La giovane donna è stata accompagnata all’ospedale civile di Chiari dove i medici le hanno riscontrato i segni delle percosse. L’arrestato è stato portato in carcere a Brescia . L’arresto è stato convalidato con la contestuale misura cautelare della permanenza in carcere in attesa di giudizio mentre la moglie e i figli sono stati accolti in una comunità (casa famiglia).

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli