sparatoria trescore

Arrestato Giorgio Nicolini dopo la sparatoria a Trescore

A seguito della sparatoria avvenuta durante il primo pomeriggio dell’8 agosto in Trescore Balneario, che ha visto protagonisti esponenti di due delle principali famiglie Rom della Provincia, sono stati tratti in arresto in flagranza di reato quattro soggetti di età compresa tra i 24 e i 40 anni, tre dei quali di etnia Rom e uno di nazionalità italiana, ritenuti responsabili di aver dato luogo e partecipato a vario titolo alla violenta rissa, nonché di essere responsabili dell’esplosione di numerosi colpi di armi da fuoco e al momento detenuti presso la Casa Circondariale di Bergamo.


Da quella data, attraverso una incessante attività di monitoraggio, effettuata anche attraverso servizi di appostamento, i Carabinieri della Compagnia di Bergamo hanno individuato alle prime luci dell’alba Nicolini Giorgio, irreperibile dall’8 agosto scorso e indagato per tentato omicidio, nel corso di  una perquisizione domiciliare eseguita presso la sua abitazione, già oggetto di precedenti controlli, dove si era rifugiato
nella convinzione di essere al sicuro. Sottoposto al fermo di indiziato di delitto è attualmente detenuto presso la Casa Circondariale di Bergamo.

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli

A Rota Imagna 100 bambini ucraini

Dal 20 marzo, Rota d’Imagna, paesino di 900 anime delle valli bergamasche, ospita 100 bambini ucraini. Sono tutti orfani che, forunatamente, sono riusciti a lasciare