PArco TArello.jpg

Arrestato al Parco Tarello a Brescia per atti osceni

I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile di Brescia nella serata di giovedì 2 agosto hanno arrestato un 42enne bresciano, censurato per i reati di atti osceni e violenza e resistenza a Pubblico Ufficiale. L’uomo è stato sorpreso a masturbarsi all’interno del Parco Tarello alla presenza di 5 donne, di cui due minorenni.

Come hanno raccontato le vittime, l’uomo si avvicinava al gruppo con una mano dentro i pantaloni. Una di loro, insospettita, lo ha tenuto d’occhio e ha visto che, avvicinatosi ulteriormente, il soggetto si era abbassato i pantaloni e aveva cominciato a masturbarsi. La donna ha allontanato le due minori presenti e ha subito richiesto l’intervento di Carabinieri, giunti in pochissimo tempo. L’uomo alla vista dei militari, dopo aver chiuso i pantaloni, ha cercato di allontanarsi frettolosamente dal luogo. All’intimazione dei Carabinieri di fermarsi, ha iniziato a correre e, una volta raggiunto, è andato in escandescenza, urlando e non esitando a colpire gli operanti. Bloccato con non poche difficoltà, è stato subito accompagnato in caserma e arrestato per i reati di atti osceni e violenza e resistenza a Pubblico Ufficiale. Dopo aver passato la notte in camera di sicurezza, l’uomo è stato giudicato venerdì 3 agosto mediante rito direttissimo, nel corso del quale l’arresto è stato convalidato e sono stati disposti gli arresti domiciliari.

 

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli

A Rota Imagna 100 bambini ucraini

Dal 20 marzo, Rota d’Imagna, paesino di 900 anime delle valli bergamasche, ospita 100 bambini ucraini. Sono tutti orfani che, forunatamente, sono riusciti a lasciare