Carabinieri bagnolo

Arrestate due ladre seriali

Domenica 18 marzo i Carabinieri di Montichiari hanno arrestato due donne, già segnalate perché notate durante un furto in una parrocchia del Milanese. Le due hanno al loro attivo numerosissimi i precedenti specifici.

A Montichiari le due ladre sono entrate con la loro autovettura, superando il cancello carraio, nell’area privata dell’abitazione retrostante un noto ristorante della cittadina. Hanno parcheggiato, e si sono subito dirette al portoncino d’ingresso, armate di forbici da elettricista. Mentre forzavano l’infisso, è scattato l’allarme dell’abitazione, collegato al cellulare del proprietario di casa, che è riuscito ad allertare subito le forze dell’ordine. Contemporaneamente, il sistema d’allarme ha azionato anche la sirena sistemata all’esterno dell’abitazione cosa che ha fatto desistere dall’intento le due ladre, abbandonando le forbici sul posto e tentando di allontanarsi precipitosamente, seppur dopo aver già forzato il portoncino. L’immediato intervento dei vicini che hanno sentito la sirena e notato le donne mentre tentavano di allontanarsi, ha impedito la fuga e permesso ai carabinieri di intervenire. Sul posto, inviati dalla centrale operativa di Desenzano del Garda, quasi contemporaneamente, sono giunti gli equipaggi del Nucleo Radiomobile e della Stazione di Carpenedolo che, dopo aver messo in sicurezza nelle auto di servizio le due donne, hanno raccolto le testimonianze hanno ispezionato i luoghi, rinvenendo la forbice e constatando l’effrazione alla porta d’ingresso dell’abitazione. I primi accertamenti hanno permesso di appurare che le due donne, sempre con la stessa autovettura, giorni prima erano state notate commettere un furto in una parrocchia nel Milanese. Segnalazioni giunte il giorno seguente alla Centrale Operativa invece, le indiziavano di altri furti commessi in Montichiari, nello stesso pomeriggio dell’arresto. Proseguono quindi le indagini per verificare se e quali altri furti siano stati commessi dalle due. Si tratta di una cinquantaquattrenne di Saronno e una ventinovenne di Corbetta, il cui arresto è stato convalidato dal tribunale di Brescia.

 

 

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli

A Rota Imagna 100 bambini ucraini

Dal 20 marzo, Rota d’Imagna, paesino di 900 anime delle valli bergamasche, ospita 100 bambini ucraini. Sono tutti orfani che, forunatamente, sono riusciti a lasciare