Alta Valle Camonica: portati in salvo cagnolina e cuccioli a 2.000 metri di quota

Un’avventura a lieto fine in alta Valle Camonica

Una pattuglia di agenti della Polizia Provinciale che fanno capo al Distaccamento di Edolo si è resa protagonista di un salvataggio insolito. In Alta Valle Camonica, ad Incudine, gli agenti hanno infatti tratto in salvo una nutrita cucciolata di cagnolini con la loro madre. Durante un consueto controllo del territorio presso una zona dove solitamente viene praticata la caccia di selezione agli ungulati, gli agenti si sono imbattuti in una cagnolina con la sua cucciolata, nascosti in una cavità naturale nei pressi di un abete in località “Larèt” ad oltre 2.000 metri di altezza s.l.m. Allertata l’ATS, la cagnolina, probabilmente abbandonata in quota, è stata portata in salvo assieme ai cuccioli appena partoriti. L’animale, diffidente e malnutrito, è stato recuperato con l’aiuto di una gabbia di cattura dopo un paio di sopralluoghi resi difficili dalla coltre di neve e dalla zona impervia. Gli agenti hanno quindi portato a casa di uno di loro gli animali per prestargli le prime cure e poi, il giorno seguente, li hanno consegnati al canile rifugio di Lozio.

(foto d’archivio)

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli