un ponte che puo salvare la vita

Alla fossa della Manina nasce un ponticello

Un ponte per salvaguardare la sicurezza di chi va in montagna. Nelle scorse giornate la VI Delegazione Orobica del Soccorso Alpino, unita con le stazioni di Schilpario e Valbondione, hanno posato un ponte in una zona considerata ad alto rischio di incidenti. La località interessata all’intervento è la Manina, situata tra i comuni di Azzone e Valbondione, in Val di Scalve, dove, nelle vicinanze di una miniera, si era formata una voragine. La zona non è nuova ad incidenti: negli scorsi inverni, con la neve, molti alpinisti ci sono caduti dentro, uno è anche morto. Il ponticello che è stato installato grazie ai due comuni interessati, è in legno ed è lungo circa tre metri. Una soluzione per attraversare la valletta in sicurezza ed impedire ulteriori infortuni.

Immagine de L’Eco di Bergamo.

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli

Arte medievale nelle Alpi

La Società Storica e Antropologica di Valle Camonica organizza il X convegno I.S.T.A. (Incontri per lo Studio dei Territori Alpini) dal titolo “Arte medievale nelle

Uccisa a colpi di martello

Ancora violenza ai danni di una donna bresciana uccisa a martellate. Enzo Galesi 59enne tempo fa aveva avuto una relazione con Elena Casanova di 41