Agenzia di viaggio, situazione drammatica: appello in Regione

Gli oltre 1760 operatori delle agenzie di viaggio ed imprese turistiche della Lombardia lanciano un grido d’allarme, inviando un articolato appello all’assessore al turismo Lara Magoni, agli assessori della Giunta Regionale ed al Presidente del Consiglio Regionale. La lettera, firmata da Giusy Lodetti di Bergamo e Michela Terzi di Varese, è condivisa da tutti gli operatori che si sono radunati nel MOV.I.AV LOMBARDIA (Movimento Indipendente delle Agenzie Viaggi della Lombardia).
Questo il testo integrale dell’appello:
La crisi causata dal COVID-19 ha indubbiamente travolto l’economia nazionale nel suo complesso, ma è evidente che il turismo vive il triste primato di essere stato il primo settore a subire un arresto totale e di essere per certo l’ultimo che ripartirà. Siamo a conoscenza dell’ottimo e recente maxi piano d’investimenti per rilanciare la Regione, ma abbiamo notato con enorme dispiacere che non si fa menzione alcuna al settore turistico.  È dunque di fondamentale importanza attivare provvedimenti straordinari ma assolutamente necessari, specifici per il nostro comparto e ancora più per noi agenzie viaggi, perché, lasciatecelo ribadire con fermezza, senza sostegni economici urgenti, le nostre attività rischiano un deficit fallimentare che avrà poi impatto su tutta l’economia, non solo regionale, ma anche nazionale.
 La riapertura delle nostre agenzie ed uffici non corrisponderà con la ripartenza del mercato, che resterà in stallo per molti mesi a venire. Stiamo subendo un crollo verticale e totale del fatturato, che oramai non tornerà a livelli normali per tutto il 2020.  Restano pertanto basilari le necessità evidenziate nella nostra prima lettera e crediamo che un piano di sostegno e aiuti concreti debbano necessariamente essere discussi e pianificati di concerto con voi, ma a partire da noi, cioè da chi questo lavoro lo svolge quotidianamente a diretto contatto con fornitori e operatori del comparto, col tessuto locale e col cliente finale.
Eccovi di seguito il dettaglio della nostra proposta.
 CINQUE STRUMENTI INDISPENSABILI
Cinque interventi assolutamente necessari per ogni agenzia viaggi, per accompagnarci alla fine di questo disastroso 2020 ancora in attività e con la speranza di poter riprendere a lavorare e fatturare con l’inizio del 2021. Alla base dei 5 strumenti concreti individuati, 3 sono gli obiettivi fondamentali ed indispensabili: avere liquidità di cassa, abbattere i costi di gestione e del personale, e sostenere la domanda a cui non vediamo l’ora di dare una risposta, ma per poterlo fare dovremo essere ancora presenti sul mercato e performanti.   
1) LIQUIDITA’, PER SOPRAVVIVERE ED ESSERE PRONTI AL RILANCIO – istituzione di un’indennità’ di sostegno al reddito per i titolari delle attività, a fondo perduto, non tassabile, e per almeno tutto il 2020. – istituzione di una speciale sezione dedicata sul Fondo del Mediocredito, con prestiti totalmente garantiti a tasso zero.  – intervento di Finlombarda, con prestiti totalmente garantiti a tasso zero. E’ basilare che l’accesso ai finanziamenti segua una procedura d’urgenza e che questi siano erogati a tasso zero, con restituzione dell’importo non prima di 24 mesi, e con durata non inferiore a 10 anni. Gli aiuti devono essere altresì disponibili per start-up ed imprese neocostituite, purché attive a Marzo 2020, e per chi beneficia già di prestiti precedenti. Altre regioni (seppur meno colpite della Lombardia) hanno già costituito un fondo extra a sostegno del turismo e delle agenzie viaggi, provvedimento quindi assolutamente necessario e dal quale non ci si può astenere, data soprattutto la forte criticità della nostra area. 
2) CASSA INTEGRAZIONE, PER MANTENERE ED INCREMENTARE LA FORZA LAVORO – istituzione della cassa integrazione in deroga, anche per attività con un solo dipendente, per almeno tutto il 2020. –  istituzione di uno sgravio fiscale per il 2021 ed i successivi 3 anni, per chi non licenzia alcun dipendente e per chi addirittura procede con l’assunzione di nuova forza lavoro. L’obiettivo in questo caso è di non perdere posti di lavoro e di non andare a pesare sulle casse INPS per la NASPI. Auspichiamo che il mercato turistico avrà una ripresa nel 2021 e pertanto è fondamentale farci trovare pronti per rispondere alla domanda di rilancio del settore.  
3) TASSAZIONE REGIONALE E COMUNALE, PER ABBATTERE I COSTI – esonero totale dal pagamento dei tributi locali, comunali e regionali, per tutto il 2020. – rateizzazione degli stessi per il 2021, per un periodo non inferiore ai 12 mesi e senza l’aggravio di sanzioni ed interessi. 
4) “BONUS VACANZA”, PER IL RILANCIO DEL MERCATO LOMBARDO E NAZIONALE Prevedendo che il turismo ripartirà inizialmente basandosi solo sul mercato interno italiano, come già allo studio in altre regioni si chiede l’istituzione di un contributo per i cittadini, ottenibile solo ed esclusivamente per prenotazioni effettuate in agenzia viaggi.  Tale contributo può essere inteso come una riduzione o esonero IVA (trattandosi di prenotazioni sul territorio nazionale) oppure, in alternativa, una defiscalizzazione dell’importo della vacanza, estendibile anche per i prossimi 2/3 anni.
 5) BONUS PUBBLICITA’, PER EVIDENZIARE LA NOSTRA AFFIDABILITA’  – istituzione di un credito di imposta di 12 mesi per le spese sostenute per marketing d’impresa, sviluppato sia con forme tradizionali che innovative e digitali. Dopo mesi di campagna mediatica che ci ha invitato a restare a casa, non sarà semplice far ripartire il mercato turistico. Una volta terminato il diffondersi dell’epidemia sarà quindi necessario investire in pubblicità, comunicazione e nuovi strumenti digitali, per aggiornare i nostri strumenti di lavoro e per mettere in risalto il ruolo fondamentale delle agenzie viaggi per garantire sicurezza ed affidabilità ai clienti in vacanza.
Chiediamo inoltre che venga istituita una task force realmente rappresentativa e che si occupi anche di problematiche pre-esistenti (albo professionale, direzione tecnica, abusivismo, …). L’attuale crisi del settore è senza precedenti e richiede strumenti straordinari ed un continuo confronto tra i protagonisti del comparto. L’istituzione di questa speciale commissione consentirebbe agli agenti di viaggi di avere un punto di riferimento istituzionale diretto, efficace, finalmente rappresentativo a cui far riferimento, attraverso il quale poter dare suggerimenti utili anche per lo sviluppo ulteriore dell’incoming e per la valorizzazione del nostro territorio. Il ruolo di noi agenzie viaggi diventa in questo caso assolutamente determinante per la promozione e l’organizzazione dei flussi turistici in ingresso da tutto il mondo verso la nostra Regione. Chiediamo un supporto concreto che parta prima di tutto da un’efficace attività di marketing atta alla riqualificazione e al rilancio nel mondo dell’immagine della Lombardia, delle nostre città e attrattive turistiche, brutalmente segnate dallo tsunami COVID-19 che si è abbattuto con forza devastante sul nostro territorio.  Il turismo lombardo è un settore sano, che lavorando duramente ha ottenuto sempre grandi successi. Chiediamo però che a noi agenzie viaggi venga finalmente riconosciuto il ruolo fondamentale che da sempre ricopriamo nel comparto, e questo riconoscimento passa attraverso l’erogazione degli aiuti di cui abbiamo bisogno. Vogliamo che da questo periodo di stallo e grande difficoltà si riparta uniti e ancora più forti per rilanciare nuovamente e al meglio la nostra Lombardia ed il nostro paese. Dateci una mano a rimetterci in piedi e a lavorare INSIEME PER RIPARTIRE!

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli