Addio alle monete da 1 e 2 centesimi? Dal 2021, forse

E se sparissero le monetine da 1 e 2 eurocent? La Commissione europea ha avviato una valutazione d’impatto d’uso e a fine 2021 deciderà se portare avanti la proposta di dismetterli oppure no. Da Bruxelles si consulteranno con istituzioni, autorità pubblica, industrie e società civile. In una nota pubblicata dalla Commissione europea viene spiegato che: «La Commissione valuterà attentamente l’impatto economico, ambientale e sociale dell’introduzione dell’arrotondamento dei prezzi». Alcuni dei paesi che aderiscono all’euro hanno già adottato iniziative in tal senso: da dicembre del 2019, ad esempio, in Belgio si è scelto di arrotondare i prezzi per eccesso o per difetto al fine di eliminare l’utilizzo delle monetine da 1 e 2 centesimi. Stessa cosa in Finlandia e in Irlanda. Dal 1° gennaio 2018 anche in Italia la Zecca non conia più i tagli da 1 e 2 eurocent, che mantengono comunque il corso legale e qualsiasi negozio è perciò autorizzato ad accettarle. L’eventuale eliminazione delle monetine dovrebbe portare ad un arrotondamento dei prezzi per eccesso o per difetto ai 5 centesimi più vicini. I cent in circolazione conserverebbero comunque il loro valore legale e dunque verrebbero usati per pagare cifre arrotondate per difetto o per eccesso ai 5 centesimi.

 

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli

Borno coinvolto nella GeoNight 2021

Cinque anni fa, in una dozzina di città francesi si celebrò per la prima volta la GeoNight, proposta dal Comitato Geografico Nazionale Francese (CNFG). Dal