La fantasia e gli errori nella cartellonistica stradale

Nel prossimo numero dell’edizione cartacea di Montagne & Paesi in distribuzione dal 7 gennaio continua la nostra iniziativa sulla cartellonistica stradale iniziata con la ricerca di Antonio Martinelli sulla odonomastica – ovvero sul significato attribuito al nome della via di un Paese. La ricerca realizzata su circa 160 vie di Costa Volpino ha messo in evidenza che sul territorio ci sono diverse curiosità, se non autentici strafalcioni, che potrebbero essere rimossi. Dopo aver ricordato che, anni fa, per un giorno è stato esposto un cartello che riportava via Madonna della Mercedes (prontamente rimosso a seguito di una verifica sullo stato dei lavori) sono sbucate altre curiosità che dimostrano un evidente pressapochismo da parte del personale impegnato in questo settore. Il libro “Via Vai” di Antonio Martinelli scopre diverse curiosità e in qualche modo ripercorre un tratto della storia del Paese fissando alcuni particolari che rischiavano di essere dimenticati per sempre. Il libro può essere acquistato presso le edicole e tabacchi del Paese. Nella foto un’altra libera interpretazione da parte di qualcuno che, con superficialità ha eseguito i lavori di realizzazione e posa di un cartello. Invece di accorciare il nome si è deciso di abbreviare il cognome contro tutte le regole del settore . E, trattandosi del sommo poeta, la cosa è ancor più imbarazzante.

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli