auto rubate

38enne di Seriate denunciato per ricettazione di auto

Un 38enne di Seriate è stato denunciato dalla Polizia stradale e dalla Guardia di finanza di Mantova, al termine di un’indagine lampo coordinata dal sostituto procuratore Alberto Sergi, per ricettazione e riciclaggio ai 7 auto rubate a Mantova.

L’uomo aveva nascosto nella sua cascina di Seriate sette auto di grossa cilindrata, di cui quattro ancora sotto sequestro, rubate qualche giorno fa da una concessionaria in provincia di Mantova. Le vetture sarebbero state prelevate e posizionate su una bisarca, per essere trasportate da Mantova a Seriate. Pochi giorni prima gli agenti, durante un controllo nella zona della concessionaria, aveva notato la presenza proprio di una bisarca. Insospettiti dalla circostanza, avevano rilevato la targa del mezzo: dopo la denuncia di furto delle vetture, sono così riusciti a risalire a una ditta bergamasca di autotrasporti ed all’autista che, a quanto pare, non era a conoscenza del traffico illegale. Trecentomila euro il valore complessivo delle auto rubate: tra queste una Bmw X5 e una Mini Cooper super accessoriata, oltre a un’Audi e una Mercedes. Alcune erano già targate, altre ancora da immatricolare. E prima di fuggire i ladri hanno anche aperto la cassaforte che si trova all’interno degli uffici della concessionaria: ma non è stato reso noto cosa abbiano rubato. Il sospetto degli inquirenti è che il bergamasco denunciato si sia prestato a piazzare le auto sotto sequestro. Interrogato dal pm Sergi, l’allevatore di Seriate,  pluripregiudicato con precedenti di polizia specifici per riciclaggio, ricettazione e appropriazione indebita, ha sostenuto di aver semplicemente acquistato le auto per poi rivenderle. Sono in corso ulteriori accertamenti per chiarire i contorni della vicenda e risalire a tutti i soggetti coinvolti nella stessa.

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli

A Rota Imagna 100 bambini ucraini

Dal 20 marzo, Rota d’Imagna, paesino di 900 anime delle valli bergamasche, ospita 100 bambini ucraini. Sono tutti orfani che, forunatamente, sono riusciti a lasciare