Una bella vetrina!

IMG 20180918 WA0012

È ripresa in questi giorni la nuova stagione televisiva e RAI UNO propone in prima serata il seguitissimo gioco a premi “I SOLITI IGNOTI”, condotto da Amadeus. Un programma seguito da milioni di telespettatori.

Salvati due cani da caccia

salvati cani da caccia

Intervento fuori dall’ordinario oggi in Valcamonica, al confine tra i comuni di Malonno e Paisco Loveno, per i tecnici della V Delegazione Bresciana.

Incontro Intervallare alla Capanna Ilaria

Incontro Intervallare

Nozze d’argento in quota per l’Incontro Intervallare, che celebra domenica 23 settembre la venticinquesima edizione nella zona della Capanna Ilaria fra Monte Farno e Pizzo Formico, a cavallo fra i territori di Clusone e Gandino. In cabina di regia ci sono i Gruppi Alpini dei due paesi, la sezione “Rino Olmo” di Clusone e la […]

Tramite YOUPOL arrestato nigeriano per spaccio

youpol

Prosegue l’attività di contrasto allo spaccio in città, soprattutto nella zona della Stazione e nei parchi cittadini. Giovedì 13 settembre, agenti in borghese della Squadra Volante e poliziotti di quartiere della Questura di Brescia hanno arrestato all’interno del “Parco Gallo” un cittadino nigeriano del 1993, I.D., irregolare sul territorio nazionale, dopo che aveva ceduto una […]

Maxi esercitazione a Casazza

esercitazione notturna soccorso alpino

Sono state ben 170 le persone che venerdì 14 e sabato 15 settembre 2018 hanno partecipato a una grande esercitazione congiunta provinciale. Il Cnsas, in questo caso la VI Delegazione Orobica, e la Protezione civile sempre più di frequente sono chiamati a collaborare durante interventi di un certo rilievo, in particolare nelle esercitazioni di ricerca […]

Torna a Bergamo il capolavoro di Algi Sassu

Battaglia di tre cavalieri aligi sassu

E’ pervenuto a Palazzo Creberg a Bergamo il monumentale dipinto di Aligi Sassu “Battaglia di tre cavalieri” (1975-1991, cm 260×260). Si tratta di una replica dell’omonima “Battaglia di tre cavalieri” realizzata dallo stesso Sassi nel 1941 (cm 200×200), che l’autore pensava distrutta in Ungheria durante i bombardamenti della seconda guerra mondiale.