Tribunale Brescia 1

11 indagati a piede libero a Brescia per sesso con minori

La Procura di Brescia ha chiuso le indagini riguardanti un altro caso di prostituzione minorale: undici gli indagati, tutti a piede libero, tra i quali risultano un dirigente scolastico delle superiori, che avrebbe avuto un approccio sessuale con uno studente, e un medico dell’Ospedale Civile di Brescia.

Stando a quanto ricostruito della indagini, coordinate dal pm Ambrogio Cassiani, i giovani avrebbero accettato rapporti sessuali in cambio di soldi, regali o anche di semplici ricariche telefoniche. Gli incontri, nati in chat, sarebbero poi stati consumati quasi sempre in parcheggi. I casi più sensibili sono proprio quello del medico del Civile, nel cui computer sarebbero stati trovati filmati dal contenuto pedopornografico, e quello del dirigente scolastico, un uomo di 50 anni, che avrebbe approfittato tra il 2013 e il 2014 della sua posizione di potere, arrivando a pagare la retta scolastica a un ragazzo in cambio di rapporti sessuali.

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli

Clusone, la città dei balocchi

Sabato 4 dicembre in occasione della Notte Bianca, Comune di Clusone e Turismo Pro Clusone presentano “Clusone, la città dei balocchi“. A partire dal pomeriggio

Selvino, si avvicina il Natale

Dal 4 dicembre nel cuore di Selvino si accende Il Natale con Il Natale a 1000: mercatini tradizionali e iniziative natalizie per bambini e adulti