Zona gialla: ecco cosa cambia in Lombardia

Questa domenica la Lombardia diventerà zona gialla. Ad annunciarlo, attraverso i canali social, il presidente della regione, Attilio Fontana. “Questa mattina il ministro Speranza mi ha informato che, come per le volte precedenti, venerdì firmerà l’ordinanza, sabato sarà pubblicata e domenica entrerà in vigore”.

I lombardi conosceranno così una settimana di “libertà”, in attesa delle restrizioni speciali che entreranno in vigore a partire dal 21 dicembre fino al 6 gennaio. Il passaggio da zona arancione a gialla comporterà l’allentamento della stretta sulle attività consentite e anche sugli spostamenti che diventeranno a più ampio raggio.

Il background di spostamenti consentiti che porta con sé lo status di zona gialla prevede il libero spostamento all’interno della regione e da o per altre regioni dello stesso colore. Non ci sarà bisogno di autocertificazioni e l’unica limitazione che rimarrà in vigore sarà quella del cosiddetto “coprifuoco” dalle 22 alle 5. Ecco che ci sarà allora la possibilità di raggiungere anche le seconde case, ovviamente solo se si trovano in una zona anch’essa “gialla”.

Un passo avanti importante anche per il ritorno alle abitudini quotidiane: riaprono bar, ristoranti e locali in genere (gelaterie, pub, pizzerie, ecc.), ma con consumazione al tavolo non oltre alle ore 18.00. Non sono previste deroghe per il periodo natalizio. Al contrario, è più probabile che in prossimità delle feste si adottino nuove restrizioni, ma non maggiori libertà.

 

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli