Zani et Arlichini, nascita e rinascite della Commedia dell’Arte Un convegno e tanti spettacoli sul territorio


Al via con la IX edizione del Festival “Zani et Arlichini” organizzata dall’associazione Antiche Maschere dell’Arte con il patrocinio della Provincia di Bergamo. La proposta si apre con un convegno sul nuovo teatro popolare e il suo vivo rapporto con il pubblico, a cui seguirà un piccolo circuito di spettacoli che si terranno in varie località della Bergamasca. Domenica 28 maggio dalle ore 10:15 alle 13, nella sala consiliare della Provincia in via Tasso 8, si terrà il convegno aperto al pubblico dal titolo “Nascita e rinascite della Commedia dell’Arte” organizzato dai promotori della Rete Italia di Commedia dell’Arte (Ada Marcantonio; Accademia del Teatro in lingua veneta; Carlo Boso; A.I.D.A.S. Regista teatrale; David Anzalone: Centro Teatrale Senigalliese/Cantina Rablé; Antonio Gargiulo: Compagnia Extravagantes; Marco Rota: Teatro Viaggio/Antiche Maschere dell’Arte; Nello Costabile: Regista; Roberta Sandias: Compagnia La Mansarda; Tania Passarini: Fraternal Compagnia; Frederic Rey in rappresentanza U.E.N.T.P.). Oltre alle compagnie italiane, parteciperanno ai lavori il presidente e un rappresentante della rete europea del Nuovo teatro popolare.

Obiettivo è quello di varare una rete italiana stabile di operatori della Commedia dell’Arte. Per quanto riguarda il nostro territorio, si vuole dare particolare importanza a luoghi ed enti che promuovono attivamente l’aspetto culturale e turistico attraverso l’organizzazione di eventi, momenti di riflessione e nuovi progetti. Per il consigliere provinciale delegato alla Cultura Alberto Vergalli l’occasione è un’opportunità per valorizzare la Commedia dell’Arte, una espressione artistica incardinata nella storia della Bergamasca che ne rivendica una primogenitura storica:“l’obiettivo di riflettere sulle radici e sul senso della Commedia dell’Arte nel mondo di oggi ci trova in sintonia completa. Una riflessione che vuole essere anche ricerca del senso di identità della comunità e che apre nuovi spiragli a potenzialità che fanno unico e speciale il nostro territorio”.


[bt_slider uid=”1495177347-591e98831cc5a” target=”_blank” width=”0″ crop=”no” thumbnail_width=”800″ thumbnail_height=”600″ show_title=”no” centered=”yes” arrows=”yes” pagination=”bullet” autoplay=”5000″ speed=”600″][bt_image src=”images/bt-shortcode/upload/Foto di posa GruppoIMG_3803.jpg” title=”Foto di posa GruppoIMG_3803.jpg” link=”” parent_tag=”slider”] [bt_image src=”images/bt-shortcode/upload/Foto di gruppo FneIMG_3435.jpg” title=”Foto di gruppo FneIMG_3435.jpg” link=”” parent_tag=”slider”] [bt_image src=”images/bt-shortcode/upload/Pantalona ( Eleonora Pocaterra ) con Esmerlina ( Rota Elisabetta ) MG_3659.jpg” title=”Pantalona ( Eleonora Pocaterra ) con Esmerlina ( Rota Elisabetta ) MG_3659.jpg” link=”” parent_tag=”slider”] [bt_image src=”images/bt-shortcode/upload/Zani primo piano ( Angelo Cisana ) IMG_3554.jpg” title=”Zani primo piano ( Angelo Cisana ) IMG_3554.jpg” link=”” parent_tag=”slider”][/bt_slider]


“La nascita della Commedia dell’Arte vede il territorio bergamasco in posizione privilegiata, potendo vantarne le origini attraverso la figura degli Zani bergamaschi (ricordiamo che Arlecchino ne è il componente più conosciuto nel mondo) – spiega Marco Rota, presidente dell’associazione Antiche Maschere dell’Arte -. “Le rinascite della Commedia dell’Arte si manifestano in varie forme. A livello di drammaturgia con la definizione di una nuova modalità di affrontare il teatro popolare con il suo vivo rapporto con il pubblico; a livello europeo con il tentativo di fare rete sia fra operatori esteri con Unione Europea Nuovo Teatro Popolare (Uentp), sia fra operatori italiani con Rete Italia di Commedia dell’Arte (Ricda); a livello planetario, con la celebrazione della giornata mondiale della Commedia dell’Arte, che si svolge ogni anno il 25 di febbraio (data certa rispetto al primo contratto notarile che testimonia della nascita di una compagnia di Commedia dell’Arte), che rappresenta un punto di arrivo per la nostra progettazione che coinvolgerà l’intero territorio nazionale”.

Il convegno inizierà con i saluti delle autorità, partner e organizzatori. Seguiranno le relazioni degli otto partecipanti sui progetti per il biennio 2017/2018 da sviluppare in Italia. La mattinata si chiuderà con una discussione conclusiva. Nel pomeriggio, dalle ore 15 alle 18, è previsto un incontro riservato agli operatori nel quale verranno condivise proposte per la creazione di una rete italiana di operatori di Commedia dell’arte. Seguiranno tre eventi sul territorio, realizzati in collaborazione con il IX Festival di Commedia dell’Arte “Zani et Arlichini” nei seguenti giorni: 17 giugno ore 19:30 Trattoria Bigio l’Oster di Albino. Spettacolo “Filtri di vini”, Compagnia Teatro Viaggio. Segue cena; 1 luglio ore 21 Centro culturale Don Sebino Camia di Vedeseta. Spettacolo “Filtri di vini” Compagnia Teatro Viaggio, in collaborazione con Comune di Vedeseta;19 agosto ore 21 Piazza Vecchia di Bergamo. Spettacolo “Zani Padrone di se stesso”, Compagnia Teatro Viaggio, in collaborazione con il Ducato Piazza Pontida. 

 


 

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli

La Lombardia rimane gialla

Il governatore della Lombardia Attilio Fontana ha confermato che la Regione resta in zona gialla. “Lo confermano i dati del monitoraggio settimanale della cabina di