01. Mara Azzi direttore generale Ats Bergamo whp bergamo

WHP – Workplace Health Promotion

In campo per la salute e per il benessere nei luoghi di lavoro. Ats Bergamo e il gruppo Giovani Imprenditori di Confindustria Bergamo hanno premiato giovedì 29 novembre 2018 durante l’evento “Take5: cinque passi per star bene”, 96 aziende accreditate nell’ambito del programma WHP – Workplace Health Promotion, con i loro 30mila lavoratori.

«Bergamo è stata pioniera in italia del WHP e continua a fare grandi passi, non a caso proprio la nostra città è stata scelta come sede del Global Healthy Workplace Award&Summit 2018, ospitato lo scorso settembre dall’Università degli studi di Bergamo. La promozione del benessere psico-fisico nei luoghi di lavoro è la testimonianza di come una cultura aziendale attenta e costruita sulla persona sia la nuova frontiera della produttività, con notevoli benefici per il clima aziendale ma soprattuto personale, perché è inevitabile portare nel privato quel che accade in un luogo in cui trascorriamo 8 ore al giorno» – commenta Mara Azzi, direttore generale di Ats Bergamo.

Quest’anno Ats Bergamo propone alle aziende della rete WHP, che si adoperano per promuovere la salute sul lavoro, di agire su un tema specifico: compiere 5 passi volti a migliorare la salute mentale del lavoratore.

La campagna Take 5, che prende spunto dall’omonima proposta del governo britannico, vuole evidenziare l’importanza dell’accrescimento di un benessere mentale a pari passo con quello fisico,ovvero Mens sana in corpore sano. Infatti, otre alle 5 azioni quotidiane per la mente, Ats Bergamo riproporrà un’edizione 2019 di MOOVIN Bergamo, gara non competitiva anti-sedentarietà a cui l’anno scorso hanno aderito 23 aziende.

Rimani connesso, muoviti, sii consapevole, impara e dona. Un’azione al giorno per ognuno di questi ambiti per stare bene con se stessi, con conseguenti vantaggi sulla salute e la produttività.

Il programma parte da esperienze che indicano come i luoghi di lavoro siano particolarmente adatti per promuovere la salute e possano svolgere un ruolo di primo piano per ridurre i più importanti fattori di rischio tra i lavoratori.

«Siamo partiti nel 2011, primi in Italia, con due aziende accreditate – ha sottolineato Luca Dubbini, delegato Whp per i Giovani Imprenditori di Confindustria Bergamo – e da allora abbiamo raggiunto importanti traguardi in termini di quantità e di qualità delle proposte, grazie anche al network di aziende creatosi. Questo ci spinge a proseguire nel sostegno del programma, per continuare a promuovere concretamente sul luogo di lavoro e in famiglia stili di vita corretti per la salute. Un programma che diventa per Confindustria Bergamo sempre più importante in quanto parte qualificata dell’impegno nel più ampio progetto dedicato alla Responsabilità sociale, che i Giovani Imprenditori coordineranno nel 2019, finalizzato alla realizzazione del primo bilancio sociale territoriale delle aziende associate a Confindustria Bergamo».

Durante l’evento Elisa Rotta, della Fondazione Sodalitas, ha sottolineato come il programma Whp possa essere pienamente inquadrato nelle attività di responsabilità sociale di un’azienda e ha evidenziato come essere socialmente responsabili aumenti la produttività e la competitività, riducendo i rischi e generando valore per tutti gli stakeholder. Confindustria Bergamo ha recentemente aderito alla Fondazione Sodalitas, punto di riferimento in Italia per la sostenibilità e la responsabilità sociale d’impresa, con l’obiettivo di accompagnare soprattutto le piccole e medie imprese nella ricerca degli strumenti che aiutino a valutare al meglio i possibili ambiti, analizzare i risultati ottenuti e migliorare la visibilità degli interventi.

I 5 PUNTI DI TAKE FIVE

Rimani connesso alle persone intorno a te: familiari, amici, colleghi, vicini di casa, compagni di scuola o membri della tua comunità. Pensa a queste relazioni come ai pilastri della tua vita e dedica tempo a svilupparle. Costruire questi legami ti sosterrà e arricchirà ogni giorno.

Muoviti, cammina, corri, pedala, gioca, fai giardinaggio, balla. Il movimento ti fa sentire bene. Scopri l’attività fsica che più ti piace, quella che più si adatta alle tue capacità di movimento e alla tua forma fsica.

Sii consapevole: fermati, fai una pausa e prenditi dei momenti per guardarti intorno. Cosa vedi, senti, odori o gusti? Osserva la bellezza, le cose nuove, inusuali o straordinarie nella tua vita quotidiana e scopri come ti fanno sentire.

Impara: fai qualcosa di nuovo, riscopri un vecchio hobby, iscriviti ad un corso. Prenditi un nuovo impegno, leggi un libro, impara a suonare uno strumento o a cucinare il tuo cibo preferito o a riparare una bici. Fissati un traguardo che ti può dare soddisfazione. Imparare nuove cose ti renderà più fducioso e sarà anche divertente.

Dona, ovvero rivolgi il tuo sguardo anche fuori da te. È molto gratifcante sentire te stesso e la tua felicità legati ad una comunità: ciò permetterà di creare relazioni con le persone intorno a te. Fai qualcosa di bello per un amico o per qualcuno che non conosci. Ringrazia, sorridi, dona il tuo tempo, fai volontariato, partecipa ad un gruppo della tua comunità.

Nell’ambito di questo “passo” l’azienda Bellini Spa di Zanica ha aderito a un progetto di volontariato con la Fondazione Papa Giovanni XXIII di Valbrembo, associazione che si occupa di giovani con disabilità. Un impegno che ha visto 15 dipendenti lavorare insieme ai ragazzi della Fondazione, responsabilizzando tutti in virtù di un’integrazione in azienda.

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli

Arte medievale nelle Alpi

La Società Storica e Antropologica di Valle Camonica organizza il X convegno I.S.T.A. (Incontri per lo Studio dei Territori Alpini) dal titolo “Arte medievale nelle

Uccisa a colpi di martello

Ancora violenza ai danni di una donna bresciana uccisa a martellate. Enzo Galesi 59enne tempo fa aveva avuto una relazione con Elena Casanova di 41