foto pattuglia isorella

Vigilante simula un’aggressione per giustificare l’uso dell’arma

Simulazione di reato e procurato allarme. Sono questi i reati per cui il 39enne, guardia giurata, e’ stato denunciato nella mattinata di oggi, giovedi’ 27 giugno dai Carabinieri della Stazione di Isorella. Un giudizio che fa riferimento a fatti accaduti il 3 giugno, quando la guardia giurata, inviata all’interno di una ditta di Isorella dalla sua centrale operativa a causa dell’allarme perimetrale che era scattato nella medesima azienda, aveva esploso un colpo di pistola per far fuggire i 4 malviventi che aveva trovato all’interno, mettendoli in fuga. La guardia giurata poi, per giustificare l’uso dell’arma, si era creato da solo, con un coltello che aveva con se’, delle ferite all’avambraccio destro in modo da rendere piu’ credibile la versione dei fatti. I militari dopo aver interrogato i testimoni e preso in analisi i vari indizi, hanno scoperto il suo intento. L’arma in dotazione e la licenza di porto d’armi gli sono state ritirate. La guardia giurata dovra’ ora rispondere al giudice di simulazione di reato e procurato allarme.

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli

Un corso per la cosmesi naturale

Nell’ambito della rassegna “Estate nel Parco 2021”, il Centro Faunistico del Parco dell’Adamello, gestito dall’Associazione LOntànoVerde con il supporto del Parco dell’Adamello e del Comune