Borse di studio in Valle Brembana: dal marketing allo stigma della malattia mentale


Si è svolta sabato 25 marzo alla Green House di Zogno la consegna delle Borse di Studio ai laureati che hanno partecipato al concorso per tesi di laurea o prove finali triennali dedicate alla Valle Brembana. Al concorso destinato a laureandi o laureati, autori di tesi di laurea o prove finali dedicate alla Valle Brembana hanno partecipato 24 giovani laureati. Le borse di studio, messe in concorso dal Centro Storico Culturale Valle Brembana con il patrocinio e la collaborazione della Comunità Montana Valle Brembana, erano dedicate alla memoria del prof. Felice Riceputi, storico della Valle Brembana e già presidente del Centro Storico Culturale. Requisiti per l’ammissione al concorso erano che le tesi o le prove finali avessero come argomento uno o più aspetti di carattere culturale, storico, ambientale, artistico, economico, sociale, religioso, politico, ecc. riferiti all’ambito della Comunità Montana Valle Brembana o di uno o più dei paesi o aree ambientali che ne fanno parte.

Dei 24 elaborati ammessi, quattordici sono tesi magistrali, di cui due in lingua inglese, e dieci sono prove finali triennali. Le tesi e le prove finali, presentate in duplice copia, andranno ad incrementare il patrimonio librario del Centro Storico Culturale e della Comunità Montana e saranno messe a pubblica disposizione. La giuria, composta dai proff. Ermanno Arrigoni, Lorenzo Cherubelli, Alberto Giupponi e Wanda Taufer, con la consulenza della dott.ssa Simona Gentili per le tesi presentate in lingua inglese, ha esaminato le tesi e le prove finali, rilevando che si tratta di elaborati dedicati ad argomenti assai diversificati e tra loro non omogenei per contenuto, tecnica e forma espressiva, per cui non è stato agevole formulare un giudizio organico e uniforme. Ha ritenuto quindi di privilegiare l’aspetto relativo alla significatività degli stessi in ordine alla conoscenza della Valle Brembana.

Ha infine stilato la graduatoria di merito, assegnando borse di studio sotto forma di buoni acquisto di materiale didattico ai primi tre classificati di ogni categoria e altri riconoscimenti per menzioni speciali e partecipazione, per un montepremi di tremila euro.

 

Guarda il reportage completo di VALBREMBANAWEB 

 


TESI SPECIALISTICHE

Vincitori

1. Silvia Duchini: Marketing territoriale per le realtà termali. Il caso studio di San Pellegrino.

2. Alessia Lazzaroni: Le variabili chiave per lo sviluppo di paesi intelligenti: analisi territoriale del paese di Val Brembilla

3. Ex aequo:

– Corrado Brissoni: Analisi energetica e life cycle assesment dei processi di stagionatura e confezionamento del Taleggio Dop.

– Riccardo Begnis e Lorenzo Filippini: San Pellegrino Terme: percorsi nel liberty urbano rivelati dalla tecnologia laser.

 

Ottengono una menzione speciale le tesi di:

– Eleonora Arizzi: Le terre alte tra conservazione e valorizzazione. Il caso dell’alta Valle Brembana Occidentale

– Tiziana Brozzoni: Alpeggi come risorsa culturale ed educativa: valorizzazione dell’alpeggio Mezzeno

– Davide Gamba: The Perils of information- Evidences from a family MNC

– Sara Gambarelli: San Rocco: gli Oratori in Alta Valle Brembana

– Fabio Rocchini: Le imprese edili della Valle Brembana: un’indagine statistico-economica 

 

Ottengono un contributo di partecipazione le tesi di:

– Francesco Azzola: The Message in a bottle of Mineral Water. Differentiation Strategies and Consumption Patterns in the Bottled Water Industry: the S. Pellegrino case

– Paola Gervasoni: La progettazione di servizi al lavoro nel Comune di Brembilla

– Jessica Locatelli: Caratterizzazione analitica del formaggio Strachitunt dop

– Andrea Milesi: Frammenti di eternità alle pendici del Monte Sodadura. Interventi discreti per la riattivazione del paesaggio di Taleggio 

– Francesca Regazzoni: Come nasce una leggenda: da Vincenzo Pacchiana a Pacì Paciana


 

PROVE FINALI TRIENNALI

Vincitori

1. Michela Busi: “Matto chi è?”. Contro lo stigma della malattia mentale. I pareri dal territorio della Valle Brembana

2. Chiara Parolini – Chiara Midali: La Casa dell’Enel. Recupero di un edificio di inizio ‘90.

3. Davide Gamba: Innovazione, struttura e livello di competizione nel mercato delle acque minerali: il caso SACS.

 

Ottengono una menzione speciale le tesi di:

– Marta Gervasoni: Valorizzazione territoriale secondo i Principi del Fai. Il caso del Mulino Gervasoni 

– Moira Labaria: Il bambino esploratore. Esperienze naturali alla scuola dell’infanzia

 

Ottengono un contributo di partecipazione le tesi di:

– Maria Maddalena Belotti: Nuovi documenti per la biografia del conte Galeazzo Boselli

– Marianna Belotti: Turismo s-low in Valle Brembana: per le antiche strade verso una nuova accoglienza

– Marta Belotti: Giovani generazioni in fattoria didattica

– Cristina Calvi: La sopravvivenza del villaggio alpino nei rilievi della bassa Valle Brembana. Tra attività tradizionali e turismo montano 

– Alessia Masaracchia: Questioni ambientali e partecipazione in Provincia di Bergamo: il caso di San Pellegrino Terme.

 


 

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli

Dalla Regione 100 milioni per le liste d’attesa

La Giunta della Regione Lombardia ha deliberato uno stanziamento di 100 milioni di euro per il contenimento delle liste d’attesa su proposta della vicepresidente e assessore al Welfare, Letizia Moratti.