Valanga Fabrezza

Una valanga interrompe la strada in Valsaviore

Erano da poco passate le 19.00 di sabato 7 aprile quando al 112 è giunta la chiamata da Saviore dell’Adamello: sulla strada per Fabrezza era scesa una valanga imponente bloccando completamente la strada. L’allarme è stato dato da una matura coppia di Chiari che stava scendendo da Fabrezza in auto, aveva superato il guado del”Valù” , circa 200 metri prima, quando nella “Al dei maròs” (valle degli ontani) si è trovata davanti al strada sbarrata dalla enorme muraglia di neve.

Lasciata l’auto a monte – né si poteva fare diversamente – hanno quindi attraversato a piedi (con non pochi rischi) la grande massa nevosa e sono riusciti a raggiungere l’altra sponda della valanga, scesa dal versante idrografico destro della valle del Salarno, dalla “Al dei maròs”, appunto, dando quindi l’allarme. Sul posto il 112 ha inviato i Vigili del Fuoco di Edolo, mentre è stato informato il Sindaco di Saviore, Matteo Tonsi, dell’accaduto. Sul posto sono quindi arrivati i Vigili del Fuoco di Edolo, i Carabinieri di Cevo ed il Sindaco di Saviore: la zona è stata illuminata con la colonna faro montata sull’APS dei vigili di Edolo, mentre la zona è stata passata palmo a palmo per escludere eventuali presenze di persone, animali o automezzi. Con telefonate incrociate e verifiche a tutto campo, i soccorritori sono giunti alla conclusione che a monte della valanga non c’era nessuno così come sotto la massa di neve. Alle 11.00 si sono quindi concluse le operazioni. Questa domenica all’alba i carabinieri forestali di Cedegolo hanno effettuato un sopralluogo e, d’intesa con i colleghi di Cevo ed il Sindaco di Saviore, è stata presa la decisione di chiudere la strada con new-jersey a distanza di sicurezza da punto in cui la “al dei maròs” taglia la strada per Fabrezza. Questa valanga, a memoria degli abitanti della zona, negli anni nevosi è sempre scesa anche con masse di neve più imponente, così come la successiva zona del Valù, sempre caratterizzata da pericolo valanghe. La strada per Fabrezza era stata chiusa per precauzione don ordinanza del Sindaco già dallo scorso 16 dicembre. Ora ci saranno anche i new-jersey.

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli

A Rota Imagna 100 bambini ucraini

Dal 20 marzo, Rota d’Imagna, paesino di 900 anime delle valli bergamasche, ospita 100 bambini ucraini. Sono tutti orfani che, forunatamente, sono riusciti a lasciare