Una valanga di gadget e altro materiale promozionale del Giro sequestrati dalle Fiamme Gialle

Ci stanno togliendo il rito del piacere di attendere ore ai bordi della strada  per quella manciata di secondi in cui passa il Gruppo del giro d’Italia e noi, nel frattempo,  abbiamo fatto incetta di gadget alcuni gratuiti, ma altri, i più preziosi, a pagamento. Giocattoli, magliette, cappellini, bandane, kit per ciclisti, gadget da supporter per un totale di oltre 54 mila articoli non conformi finiti sotto sequestro grazie ad un’azione congiunta delle Fiamme Gialle di Pescara e di Chieti, nell’ambito del piano operativo «Stop-fake», attivo in materia di Made in Italy, sicurezza prodotti e anticontraffazione. Attenzione al falso dunque. Il Giro è partito, dunque, e bisogna attendere una quindicina di gironi per vederlo sfrecciare sulla nostre strade La tappa bergamasca sarà la numero 15, nll’ultima settimana, quella delle grandi salite, quella che diciderà il Giro. 195 km con 4 gran premi della montagna. Un saliscendi continuo che non darà fregua ai corridori chimati ad aaffrontare Valcava, Selvino, Miragolo, Roncola Alta prima dell’arrivo a Colle Aperto.

Condividi:

Ultimi Articoli