Incidente A21 VVFuoco.jpg

Una stele ricorda le 6 vittime del 2 gennaio 2018

Due anni dopo il 2 gennaio 20918, quando sull’autostrada A21, tra Montirone e Poncarale in un terribile incidente stradale sono morte 6 persone, un camionista macedone ed una famiglia francese, giovedì 2 gennaio 2020 è stata inaugurata una stele di ricordo di quella disgrazia, sul nuovo ponte che ha sostituito quello danneggiato dall’incendio divampato nell’incidente.

Nell’impatto persero la vita Wilfrid Kornatowski di 32 anni, la moglie Sabrina di 29, i figli Nolhan e Lina di 7 e 2 anni e il fratello 13enne Mathéo di Wilfrid. Ma anche il camionista macedone Ilcho Mitrevski. Oltre alla tragedia che aveva assunto i contorni nazionali, i disagi avevano riguardato la viabilità tra Brescia e Manerbio verso Parma. La strada provinciale di collegamento al ponte, poi demolito e sostituito, era stata chiusa per un anno e mezzo isolando le zone vicine e portando numerosi commercianti a vivere un periodo di crisi e fino a chiudere i battenti. Per ricordare il dramma di quel giorno, il Comune di Montirone ha deciso di posizionare una stele, invitando i parenti della famiglia francese distrutta nell’incidente a partecipare. Il manufatto di cemento è stato donato da alcuni imprenditori e negozianti di Montirone ed è stato apprezzato dai familiari coinvolti in uno scambio di doni tra cui un dipinto dato al Comune che a sua volta ha donato ai parenti francesi delle vittime una bandiera italiana.

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli