Una speranza contro Covid19

Al via al Papa Giovanni 23 uno studio su siltuximab, un anticorpo monoclonale che prende di mira l’interleuchina umana (IL)-6 – proteina rilevata a livelli elevati in molteplici condizioni infiammatorie – per il trattamento di pazienti affetti da COVID-19 e con gravi complicanze respiratorie.
Grazie ad EUSA Pharma, società biofarmaceutica specializzata in oncologia e malattie rare, per la fornitura del farmaco e per l’opportunità che sta dando di offrire ai pazienti le cure più innovative e di generare dati importanti per guidare le future decisioni di trattamento e ricerca.
I dati iniziali sono attesi per la fine del mese.

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli

A Rota Imagna 100 bambini ucraini

Dal 20 marzo, Rota d’Imagna, paesino di 900 anime delle valli bergamasche, ospita 100 bambini ucraini. Sono tutti orfani che, forunatamente, sono riusciti a lasciare