campane tibetane parre

Alla scoperta della miniera di S. Barbara e delle Campane Tibetane

Un week end alla scoperta del territorio, ma non solo: domenica 2 giugno a Parre, ci sarà la possibilità di visitare la miniera dismessa di S. Barbara e avvicinarsi al mondo millenario delle Campane tibetane.

Con “Giornata Geologia&turismo 2019” si potrà andare alla scoperta della miniera dismessa di S. Barbara, resa fruibile da alcuni anni dal Comune di Parre, con la guida di Sergio Chiesa, geologo e ricercatore del Cnr (Consiglio Nazionale delle Ricerche). Parlar di miniere a Parre vuol dire soprattutto pensare ai giacimenti di zinco del Monte Trevasco, verso cui si indirizzò l’attenzione di imprenditori italiani e stranieri alla fine dell’Ottocento. Il Monte Trevasco fa parte di un distretto minerario già conosciuto ai tempi del Medioevo e forse fin dal tempo dei Romani: difatti esistono cunicoli fatti a mano e sono ancora visibili vecchi lavori.
L’attività più intensa si è sviluppata negli ultimi decenni dell’Ottocento e nella prima metà del Novecento; dopo vari tentativi di ripresa l’attività produttiva si è poi inesorabilmente interrotta nel 1981. Lungo i fianchi del monte sono ancora evidenti gli ingressi di varie gallerie e le discariche del materiale non utilizzabile: i livelli si chiamano Val Galena, Alfa, Torino, Sèrèt, Zan, Benedecc’, Santa Barbara.

Sono previsti, su prenotazione, due turni al mattino (8.30 e 10.30) e due al pomeriggio (14.30 e 16.30), in gruppi di circa 25 persone. Si consiglia un abbigliamento adatto con calzature da escursione. Il ritrovo è presso il parcheggio delle piscine in via Costa Erta. Al termine di ogni turno sarà possibile visitare il parco archeologico Parra Oppidum degli Orobi, dove sono conservati i resti delle abitazioni dell’antico insediamento.

Un salto nel Nepal con il corso base sulle campane tibetane, che si rivolge a chiunque abbia il desiderio (spirituale, musicale o terapeutico) di avvicinarsi all’antico mondo delle Campane tibetane e dei loro suoni armonici. I monaci Himalayani, già dal 2000 A.C., utilizzavano questi strumenti per cucinare, per mangiare, per raccogliere offerte, per meditare e per guarire attraverso il suono di questi oggetti “magici”.

Il corso base si svolgerà dalle 9.00 alle 17.00 e tratterà diversi argomenti: dalle origini e gli utilizzi delle Campane, ai modelli antichi e moderni, fino alle tecniche fondamentali di utilizzo delle Campane tibetane e al tipo di costruzione e come scegliere una Ciotola in base alla qualità e alla sua destinazione.
Durante il corso verranno messe a disposizione numerose Campane che potranno essere provate; inoltre verranno proiettate immagini e video riferiti alla produzione artigianale delle stesse. A chiusura della giornata, gli allievi parteciperanno in modo attivo ad un momento musicale, dove le esperienze raccolte durante il giorno daranno vita ad un “gioco” di suoni.

Per informazioni e iscrizioni sulla visita alla miniera: 331.7740890 – info@prolocoparre.com

Per informazioni e iscrizioni sul corso base campane tibetane (entro venerdì 31 maggio) : Alessandro Ruggeri 3487053785 – alpilandia@libero.it

 

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli