Un turismo tutto social

 

Social media e turismo sono stati posti al centro del convegno organizzato sabato 2 aprile da l’associazione de “I Borghi più belli d’Italia”. L’intento di base era dare una maggiore consapevolezza sullo stretto legame fra i due a tutti i comuni facenti parte del Club, così da favorire la loro crescita turistica.

Infatti negli ultimi anni la rete ha influenzato profondamente il nostro modo di comunicare con gli altri creando un nuovo tipo di viaggiatore, contraddistinto dalla voglia e dalla necessità di condividere la propria esperienza con altri utenti.
Da qui la necessità di considerare i social network come mezzi preziosi ai fini turistici, con l’obbligo di mettere in atto un innovativo sistema di promozione turistica del territorio, basato sulla creazione di nuovi linguaggi e nuovi strumenti di comunicazione, con l’ambizione di sfruttare al meglio i vantaggi offerti dalla rete.

Con questo scopo, lo scorso gennaio è nato il progetto “G16” dedicato al rilancio del lago d’Iseo, come ha spiegato il sindaco di Lovere, Giovanni Guizzetti. Nel gruppo sono presenti 9 comuni appartenenti alla provincia di Bergamo e 7 paesi bresciani, tutti accomunati dal fatto di affacciarsi sul bacino. Lo stanziamento di 300mila euro porterà alla realizzazione di attività finalizzate alla promozione del lago – ha illustrato il primo cittadino, nonché coordinatore del progetto – fra cui l’installazione di manufatti in pietra locale riportanti informazioni turistiche, l’attivazione di un servizio sperimentale di e-bike sharing e l’iniziativa “Youg Artists Factory” che farà del lago il luogo di sperimentazione artistica di giovani artisti.

Sulla stessa linea di pensiero anche i vari interlocutori presenti, fra cui il sindaco di Bergamo Giorgio Gori che è intervenuto portando l’esempio del brand “Visit Bergamo”, un innovativo e complesso progetto di marketing territoriale che ha trovato la sua massima realizzazione grazie all’incontro con i nuovi portali digitali.
I vantaggi che può portare il mondo digitale nel nostro territorio sono molteplici, grazie anche all’impegno congiunto dei vari comuni facenti parte del nostro territorio. Beneficiari non soltanto i turisti, ma anche i cittadini che potranno godere di un paese migliore sia nelle strutture che nei servizi.

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli

A Rota Imagna 100 bambini ucraini

Dal 20 marzo, Rota d’Imagna, paesino di 900 anime delle valli bergamasche, ospita 100 bambini ucraini. Sono tutti orfani che, forunatamente, sono riusciti a lasciare