Presto Giovan Battista Moroni avrà il suo dolce. Infatti sono state selezionate le tre ricette finaliste del concorso “Un dolce per il Moroni”, promosso dall’Associazione Percorsi Albinesi nell’ambito delle numerose iniziative dedicate al pittore e ai suoi legami con la città di Albino.

Alla gara, riservata ai bergamaschi appassionati di pasticceria e cucina, hanno partecipato in 27 (14 albinesi e 13 dal resto della provincia), accettando la sfida di creare un nuovo prodotto ispirato alla figura dell’artista, che possa anche diventare un simbolo gastronomico del territorio. Il regolamento chiedeva un prodotto da forno classico, che non avesse necessità di refrigerazione, privo di conservanti ed emulsionanti; un dolce porzionabile o monodose, da realizzare con ingredienti facilmente reperibili – fra cui magari anche la farina di grano tenero coltivato in Bergamasca. Le scelte si sono indirizzate prevalentemente sugli ingredienti locali e tradizionali di cui è ricca la zona: castagne, noci, nocciole, fichi secchi, mandorle, prugne, more, amarene, mele, farina di mais, ma anche di riso, per rispondere alle crescenti intolleranze.
A convincere la giuria, presieduta da Ivan Morosini – panificatore Aspan e docente che si è distinto in diversi concorsi professionali, anche internazionali – sono stati i “Moroncelli”, casoncelli con ripieno dolce, i “Brownies di polenta”, con mele, uvetta, noci e gocce di cioccolato fondente, e una frolla fatta con farina di castagne con ripieno di fichi secchi e noci. Gli autori restano ancora anonimi perché a decidere il vincitore – per il quale l’Aspan ha messo in palio 300 euro – sarà una giuria popolare composta da tutti i partecipanti alla Cena Rinascimentale a lume di candela, in programma sabato 23 aprile nell’ex convento della Ripa a Desenzano di Albino, quando i tre dolci saranno serviti a chiusura del menù. Prima, però, i finalisti avranno la possibilità di affinare le proprie ricette in un laboratorio professionale, affiancati dallo stesso Morosini, che realizzerà le tre preparazioni per la serata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *