carabinieri 2

Un bar di Vigano sede di spaccio

Nella serata di martedì 9 aprile i carabinieri del Nucleo Radiomobile e delle stazioni di Sovere e Costa Volpino, tutti appartenenti alla compagnia di Clusone, sono partiti dal fermo stradale di un giovane, a bordo di una spider Bmw, trovato in possesso di qualche grammo di droga che avrebbe spacciato su piazza e sono risaliti ai due pusher che lo avevano appena rifornito.

Il giovane fermato aveva in tasca 6 grammi di cocaina, ritirati poco prima in un bar di Vigano San Martino e pronti a essere spacciati su piazza. La base dello spaccio era il bar di Vigano dove il fermato, un 20enne di Fonteno, si era incontrato con due cittadini albanesi, entrambi trentaduenni, con precedenti specifici, disoccupati e domiciliati a Casazza. Il ragazzo è apparso subito a disagio al controllo dei militari dell’Arma che in breve tempo sono risaliti all’origine: le perquisizioni personali dei due fornitori hanno portato al rinvenimento di alcuni grammi di cocaina ma la successiva perquisizione a domicilio ha consentito il sequestro di oltre sessanta grammi di sostanza stupefacente già confezionata. La droga era stata nascosta nella cassetta dello sciacquone del water e in due contenitore di spezie in cucina. Per tutti e tre è scattato l’arresto per detenzione ai fini di spaccio di cocaina in concorso: questo mercoledì 10 aprile l’udienza di convalida.

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli

A Rota Imagna 100 bambini ucraini

Dal 20 marzo, Rota d’Imagna, paesino di 900 anime delle valli bergamasche, ospita 100 bambini ucraini. Sono tutti orfani che, forunatamente, sono riusciti a lasciare