Turismo, 10 buoni motivi per visitare Bergamo

Servono idee per un fine settimana? Tutta la provincia è ricca di proposte per ogni tipo di vacanza: trovate la vostra meta tra i nostri 10 buoni motivi per visitare Bergamo.

Servono idee per un fine settimana? Vi diamo 10 buoni motivi per visitare Bergamo. Tutta la provincia è ricca di proposte per ogni tipo di vacanza: trovate la vostra meta tra i nostri 10 buoni motivi per visitare Bergamo. Le Corbusier dichiarò che Piazza Vecchia era tra le più belle che avesse visto e che “non si può più toccare neppure una pietra, sarebbe un delitto“. Potete andare a verificare passeggiando dalla città Bassa, più moderna, fino a quella Alta medievale e siamo sicuri che concorderete sul fascino che esercita questa cittadina. Se preferite, invece di salire le scale, aproffittate della funicolare che passa tra le antiche mura.

Tra le anguste stradine si nascondono oasi verdi straordinarie: all’Orto Botanico Lorenzo Rota troverete fino a 1200 tipologie di piante e una bellissima vista sui tetti cittadini. Per gli amanti dell’arte ci sono tappe imperdibili. Entrate nella Basilica di Santa Maria Maggiore per ammirare uno dei capolavori del Lotto oppure nell’Accademia Carrara, dove sono custodite opere di Botticelli, Bellini, Mantegna eTiziano

Uscendo dal capoluogo e esplorando i dintorni si scopre un paradiso per gli appassionati di vacanze attive. Oltre 400 km di piste da sci d’inverno e percorsi ancora più lunghi per il trekking d’estate. Oltre alle attività classiche potrete provare qualcosa di nuovo come l’esplorazione della Grotta delle Meraviglie a Zogno o il rafting sui fiumi che percorrono le montagne Orobie.

Per rifocillarsi basta lasciarsi guidare dai prodotti tipici della zona. Per primo casoncelli alla bergamasca, una pasta ripiena la ricetta autentica vuole farcita di carne, grana, uva sultanina e amaretti. E poi lepre in salmì o formaggio d’alpe. Se per desser vi portano “polenta e osei” non spaventatevi, si tratta di una base di pan di spagna con uccelli di marzapane. 

Vi abbiamo incuriosito?

 


I NOSTRI 10 BUONI MOTIVI

 

È NUOVA E VECCHIA INSIEME – C’è la città Bassa, più moderna, e quella Alta, delle mura medievali e delle case antiche. Entrambi i volti di Bergamo hanno fascino e storia, si valorizzano dal loro contrapporsi. Provate per credere ad avventurarvi tra le mille scalette per raggiungere la cima o prendete la funicolare che passa tra le vecchie mura: da vicino la città Alta vi conquisterà con scorci suggestivi; il panorama sulla città Bassa, invece, è bello da togliere il fiato.

HA LA PIAZZA PIÙ BELLA D’EUROPA – A dirlo è stato Le Corbusier, che durante una visita a Bergamo aggiunse anche: “non si può più toccare neppure una pietra, sarebbe un delitto”. Ve la sentite di contraddirlo? Passeggiate nella Piazza Vecchia, incorniciata da edifici medievali, tra i quali spicca il Palazzo della Ragione, e con una bella fontana settecentesca posizionata al centro, prima di dare una risposta definitiva.

SI TROVANO I PIÙ GRANDI ARTISTI DELLA STORIA DELL’ARTE – Amanti di pittura e scultura? Entrate nella Basilica di Santa Maria Maggiore per ammirare uno dei capolavori di Lorenzo Lotto, o meglio ancora nell’Accademia Carrara, dove sono custodite opere di Beato Angelico, Botticelli, Bellini, Mantegna, Tiziano, Rubens… Senza dimenticare poi la Gamec, con De Pisis, Balla, Boccioni e tanti altri.

HA ANGOLI VERDI NASCOSTI IN OGNI DOVE – Chi direbbe mai che nel dedalo di stradine anguste della Città Alta si nascondano dei piccoli orti e straordinarie oasi verdi. Eppure ce ne sono, e parecchi. Ad iniziare dal più importante, l’Orto Botanico Lorenzo Rota: 2.400 metri quadrati di superficie, 1.200 tipologie diverse di piante, 141 gradini per arrivarci e, per finire, una bella vista sui tetti cittadini.

SUONA DECISAMENTE BENE- Bergamo è una tappa irrinunciabile per i veri amanti della musica. In Borgo Canale si trova la casa-museo di Gaetano Donizetti, protagonista del melodramma italiano, cui è intitolato anche il Teatro in piazza Cavour. Qui ogni anno in primavera va in scena il Bergamo Jazz: numerosi concerti, artisti internazionali e direzioni artistiche d’eccezione.

È UNA META PER CUORI ROMANTICI – Passeggiare mano nella mano sul perimetro delle mura venete della città Alta al tramonto, quando si accendono i primi lampioni e l’atmosfera si fa più suggestiva. Coccolarsi con trattamenti di bellezza e massaggi coppia a Trescore o alle rinnovate Terme di San Pellegrino. Scrutare le stelle a 1.200 metri presso l’Osservatorio Astronomico delle Prealpi Orobiche. A Bergamo si trovano mille spunti per una vacanza a due.

HA TANTI PIATTI DA PROVARE – Per primo casoncelli alla bergamasca, che la ricetta autentica vuole ripieni di carne, grana, uva sultanina e amaretti. Ben conditi con burro fuso. In alternativa, un piatto di Scarpinocc, tipici della Valle Seriana, una sorta di ravioli di magro. Per secondo, lepre in salmì, se piacciono i sapori schietti, o un mestolo di polenta taragna, arricchita con formaggio d’alpe. E per dolce, “polenta e osei”. Ma non fatevi ingannare dal nome, la base è di pan di spagna e gli uccelli di marzapane. Consiglio: arrivate con un buon appetito.

SPORT E AVVENTURE PER TUTTI I GUSTI – Si scalano ripide pareti delle montagne alpine, o si scende nelle profondità delle Grotte delle Meraviglie a Zogno e in quelle della Valle Imagna e Val Cavallina. Ci si lancia con il parapendio o si fa rafting sui fiumi delle montagne Orobie. Pronti per una scarica di Adrenalina?

HA MONTAGNE DA VIVERE TUTTO L’ANNO – In inverno, gli appassionati della neve trovano oltre 400 km di piste da affrontare con sci o snowboard ai piedi. Le stazioni sciistiche più conosciute si trovano a Foppolo e Carona, in Val Brembana, a Monte Pora, in Valle Seriana, e a Schilpario e Colere, in Valle Scalve. Tutte mete che in estate accendono la voglia di trekking, equitazione: da provare il lungo Sentiero delle Orobie, o il Sentiero dei Fiori, e il piacere di una sosta nei rifugi montani.

A CIASCUNO IL SUO FUORI PORTA – C’è a chi piace trascorrere una giornata al lago e a Bergamo trova località piacevoli come Lovere e Sarnico, affacciate su quello d’Iseo, e i borghi vicini al Lago d’Endine. Altri preferiscono una full immersion nella cultura. E intorno a Bergamo trovano patrimoni Unesco, come la cittadina di Crespi d’Adda, borghi storici, come Clusone con il suo oratorio dei Disciplini e gli affreschi della Danza Macabra, monumenti e musei. E voi cosa preferite?

 

 


 

 

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli

Schianto mortale ad Esine

Uno schianto terribile e una scena apocalittica. È pesantissimo il bilancio di un incidente stradale che si è verificato attorno alle 22.20 di questo venerdì