masini fum

Treviolo – Villa d’Almè: progetto ancora non validato «Troppe incongruenze, si faccia chiarezza»


E’ stata presentata il 22 settembre scorso l’interrogazione al Consiglio provinciale di Bergamo, targata Lega Nord, sul progetto di ammodernamento della Treviolo – Villa d’Almè. La richiesta avanzata è di un aggiornamento per quanto concerne la fase di progettazione dell’opera. Alla base del documento c’è la lettura combinata di alcune dichiarazioni rilasciate dalla maggioranza in Consiglio agli Organi di Stampa locali dalle quali – secondo la minoranza in Consiglio provinciale Lega Nord – emergono alcune incongruenze rispetto la “documentazione nelle mani” degli stessi.

Tutto è incentrato nella email inviata da ANAS lo scorso 20 settembre 2017, dove si affermava che la richiesta di modifica della convenzione tra gli Enti era stata inviata dalla Provincia lo scorso 10 febbraio 2017; nella stessa email ANAS dichiarava tuttavia di essere ancora in attesa delle valutazioni del Ministero delle Infrastrutture e Trasporti, e pertanto come non ci siano alcune certezze del finanziamento residuale dell’opera. Nell’articolo pubblicato recentamente dal quotidiano cittadino si dichiarava che il costo di realizzazione del tratto Paladina – Villa d’Almè ammonta attualmente a 90 milioni di euro, e che 20 milioni sono già nella disponibilità di Anas, mentre per i restanti 70 milioni, questi, dovrebbero essere stanziati dal ministero, mentre nell’allegato al Decreto presidenziale del 30 novembre 2016, il responsabile del settore rilevava che al netto delle spese sostenute per i due lotti precedenti risultano disponibili ancora oltre 72 milioni.

Quindi, l’interrogazione, che verrà discussa al prossimo Consiglio, nel quale si chiede di conoscere in modo preciso lo stato dell’arte dei lavori, per capire a quanto ammontano le somme per la realizzazione dell’opera ma sopratutto se effettivamente il cantiere potrà avviarsi nel mese di ottobre così come dichiarato. “Nell’articolo relativo al tratto Treviolo – Paladina il Consigliere delegato assicura l’apertura del cantiere a partire dal prossimo mese di ottobre – c’è scritto nel documento -. Considerando che numerose altre dichiarazioni dello stesso tenore sono poi state smentite dai fatti e verificato che nei giorni scorsi gli scriventi, a seguito della richiesta di ricevere copia del progetto esecutivo si sono sentiti rispondere di attendere perché il progetto non è ancora stato validato”.


 

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli