elicottero neve.jpg

Tre interventi degli elicotteri sulle montagne camune

Un 32 sulle cascate di ghiaccio, un 36enne sulle piste di Borno ed un 15enne sulle piste di Ponte di Legno sono stati recuperati dagli elicotteri del 118 e trasferiti rispettivamente agli Ospedali di Sondrio, Esine e Brescia.

Il primo intervento è durato a lungo: infatti, sulle cascate di ghiaccio nella conca di Valbione, sotto la cresta del Salimmo nella piccola “Val Seria”, un 32enne è stato soccorso con una lunga e difficile operazione di Soccorso alpino, da parte dei tecnici della Va Delegazione bresciana con l’aiuto dall’alto dell’elicottero del 118 di Sondrio. L’uomo era rimasto bloccato dalle sue stesse corde mentre scalava la cascata di ghiaccio e presentava sintomi di congelamento e assideramento, oltre a contusioni varie che si era procurato nel tentativo di sciogliersi dalla morsa delle corde. Dopo circa 3 ore di lavoro è stato recuperato e verricellato a bordo dell’elicottero del 118 di Sondrio che ha provveduto a trasferire il 32enne in codice giallo all’Ospedale di Sondrio. Da Borno, attorno alle 11.00 il Soccorso, su pista ha chiesto l’intervento dell’elicottero del 118 da Brescia per un 36enne che in una caduta lamentava un forte dolore agli arti inferiori. L’uomo è stato trasferito con la barella da neve al luogo del rendez-vous e da qui caricato in elicottero che lo ha portato in volo in codice giallo all’Ospedale di Esine per una sospetta frattura di femore. Alle 15.40 l’elicottero del 118 di Brescia ha recuperato a Ponte di Legno in via Fratelli Calvi un 15enne che si era ferito in modo serio mentre sciava: il ragazzo è stato trasferito prima a Edolo, dove dalla base del Soccorso alpino l’ambulanza da terra lo ha portato al Pronto soccorso del locale Ospedale; dopo una valutazione complessiva, i sanitari hanno deciso di centralizzarlo e quindi di trasferirlo a Brescia al Civile dove si trova ricoverato.

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli

A Rota Imagna 100 bambini ucraini

Dal 20 marzo, Rota d’Imagna, paesino di 900 anime delle valli bergamasche, ospita 100 bambini ucraini. Sono tutti orfani che, forunatamente, sono riusciti a lasciare