Berera carcere.jpg

Tre in carcere nell’inchiesta su Brembosuperski

Nella mattinata di lunedì 25 giugno, su ordine del Gip, sono finiti in carcere l’ex sindaco di Foppolo Beppe Berera, già ai domiciliari, l’imprenditore Sergio Lima, 59 anni, di Brescia e Giancarlo Montini, 55 anni, di Bergamo, già indagati nell’ambito dell’inchiesta.

All’origine del provvedimento, eseguito dalla Guardia di Finanza, il filone di inchiesta legato a una presunta tangente di 75.000 euro pagata all’ex sindaco nel 2011 per favorire le numerose commesse che Berera, che era anche amministratore di fatto della Brembo SuperSki. , aveva assicurato a Lima con affidamenti diretti. I soldi erano stati «appoggiati» su un conto austriaco — stando alla ricostruzione degli inquirenti — aperto ad hoc da Montini, anche lui in affari con l’ex sindaco. Gli arresti nascono dall’inchiesta nata dopo l’incendio doloso alle seggiovie dell’8 luglio 2016. Berera era già ai domiciliari da aprile 2018 con l’accusa si associazione per delinquere, turbativa d’asta, bancarotta, abuso d’ufficio, falso e per la truffa alla Regione Lombardia nei contributi alla stazione sciistica. Per quel capitolo il pm Gianluigi Dettori aveva chiesto il carcere, senza ottenerlo, per Lima, indagato per il presunto appalto truccato per l’installazione della telecabina. La prima misura cautelare, quella applicata ad aprile a Berera (e, tra gli altri, anche all’ex sindaco di Valleve Santo Cattaneo), non conteneva le accuse sulla corruzione attraverso l’Austria, che ora invece vengono applicate dal tribunale.

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli