Paolo Valenti.jpg

Tragica morte sul lavoro dell’ex-calciatore Paolo Valenti

Il mondo del calcio è in lutto per l’improvvisa e tragica scomparsa di Paolo Valenti, l’ex calciatore professionista, padre di tre figli piccoli, che si è spento a soli 36 anni a causa di un drammatico infortunio sul lavoro, precipitando da oltre 10 metri di altezza.

La tragedia si è consumata lunedì 9 settembre in un bosco in località Zeller di Tione, a quota 1.378 metri, mentre lavorava in un’azienda del posto, specializzata nel taglio delle piante. Proprio mentre potava un albero, forse a causa della rottura della corda alla quale era assicurato, è precipitato per oltre 10 metri. L’impatto con il suolo non gli ha lasciato scampo. La drammatica notizia è rimbalzata sui social, gettando nello sconforto le tante società in cui il giovane padre aveva militato. Originario di Bondo (Trento), aveva militato in tantissime squadre del Trentino, ma pure del Bresciano: cresciuto nel vivaio del Brescia, dal 2000 al 2003 aveva indossato la maglia del Montichiari calcio in C2. Nella sua lunga carriera di terzino aveva giocato anche a Salò. Ritiratosi dal campo, non aveva abbandonato la sua passione, mettendosi a disposizione come allenatore e responsabile del settore giovanile.

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli