Torna La Lacustre, il Cicloraduno d’Epoca

Per tutti gli appassionati di bici d’epoca domenica 16 ottobre torna “La Lacustre”, il Cicloraduno d’Epoca che costeggia le sponde del Lago d’Iseo.

La quarta edizione de La Lacustre sarà come di consuetudine un tuffo nel passato con tipologie di bici e di abbigliamento che rievocheranno il fascino del ciclismo del passato. Il percorso pianeggiante di 65 km circa percorrerà tutto il lago d’Iseo, passando nell’ordine per i comuni di Marone, Sale Marasino, Sulzano, Iseo, Clusane, Paratico, Sarnico, Predore, Tavernola Bergamasca, Parzanica, Riva di Solt, Castro, Lovere, Costa Volpino e Pisogne, per tornare poi di nuovo a Marone.

Il ritrovo è previsto dalle 7 a Marone, nella zona di Villa Vismara, dove si potranno consegnare le iscrizioni (stampa della mail di conferma ricevuta dopo procedura on line) e le liberatorie compilate con firma per il ritiro del pacco gara; inoltre saranno aperte anche le iscrizioni sul posto, fino alle 9.

Dopo l’iscrizione ed il ritiro del numero per la pedalata, verà avviata la scelta dei partecipanti al concorso “Fatevi belli per La Lacustre”. Alle 9.30 è fissata la partenza da Marone; il giro del lago sarà caratterizzato da tre tappe ristoro: la colazione a Paratico, presso Piazza Delle Erbe Danzanti, un ristoro a Riva di Solto, in Località Bogn, e l’aperitivo a Pisogne, in Piazza Alpini. L’arrivo a Marone è previsto per 13.30 circa, presso l’area Villa Vismara, dove sarà allestito un pranzo a base di prodotti tipici, realizzato dall’Associazione Pregasso Insieme. A seguire una Live Performance Swing in collaborazione con Gypsy Club, le premiazioni del concorso “Fatevi Belli per La Lacustre” e del circuito Ciclostoriche di lombardia.

Per i soli iscritti de La Lacustre, sabato 14 è in programma “Aspettando La Lacustre”: dalle ore 14 Cicloturismo Gourmet con prova di regolarità sulla magnifica ciclabile “Vello Toline”; ritrovo alle 14 presso la sede di Pedale Vintage in Via Roma 42 a Marone.

Per informazioni: info@pedalevintage.it

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli

A Rota Imagna 100 bambini ucraini

Dal 20 marzo, Rota d’Imagna, paesino di 900 anime delle valli bergamasche, ospita 100 bambini ucraini. Sono tutti orfani che, forunatamente, sono riusciti a lasciare