casello soave san bonifacio 2

Tentato omicidio in A4

Una misteriosa sparatoria sull’ A4: una donna, 44enne e originaria dell’ ex-Jugoslavia, ha raccontato di esser stata raggiunta da un’Audi nera dalla quale sarebbero stati esposi dei colpi di pistola.

Il fatto, avvenuto tra il casello di Soave e Verona Est nel pomeriggio di mercoledì 5 novembre, non è il primo accaduto alla donna, che lo scorso giugno era già stata colpita, tra il casello di Brescia Ovest e Brescia Est, dai proiettili sparati da un’auto in corsa: uno dei colpi l’aveva colpita di striscio al collo. In quel caso il responsabile, un pregiudicato 54enne veronese, era stato identificato come il responsabile dell’attentato e arrestato per tentato omicidio.

Questa volta la donna è riuscita ad evitare i colpi, che hanno colpito il paraurti. Dopo lo scontro la 44enne si è fermata ad un’area di sosta, dove ha lanciato l’allarme. Sul posto sono intervenuti gli agenti della squadra mobile di Verona e la Polizia Stradale. La scientifica sta ora analizzando i segni lasciati dai proiettili nel paraurti, mentre le autorità hanno ascoltato a lungo la donna per cercare di far chiarezza sull’accaduto.

 

 

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli

MULINI MACINA CULTURA

Ci accompagnerà fino alla fine di ottobre Mulini Macina Cultura, la rassegna di eventi che ha preso vita in Valle Camonica lo scorso 4 settembre,

Le tante sorprese di un ghiacciaio

L’Università degli Studi di Brescia e in collaborazione con «Umanesimo artificiale» e «Idee di volumi” ha dato vita a un’iniziativa denominata “un suono in estinzione”