Telefonata all’improvviso di Conte alla Stasi

Il presidente del Consiglio Giuseppe Conte ha telefonato alla direttrice generale dell’Asst Papa Giovanni XXIII, Maria Beatrice Stasi.

“Non me lo aspettavo – commenta la dottoressa Stasi -, abbiamo parlato a lungo. Il presidente Conte mi ha espresso la vicinanza di tutto il Paese a Bergamo e all’ospedale, ai malati, ai nostri operatori e a tutta la cittadinanza. Vicinanza e incoraggiamento, mi sono commossa. Ma soprattutto è stato importante potergli far arrivare direttamente il nostro grido d’aiuto: ci serve personale, ci servono dispositivi e attrezzature, ci serve alleggerire la pressione sui nostri ospedali”. Il presidente Conte ha assicurato il suo sostegno anche operativo a Bergamo e, commenta ancora il direttore generale, “speriamo ci siano sviluppi nelle prossime ore”. Il gesto di Conte certamente è da apprezzare: ma in molti si stanno chiedendo perché la telefonata proprio al Papa Giovanni e non anche ad altre strutture ospedaliere lombarde, tutte ugualmente in prima fila e, addirittura, più in difficoltà? A volte, questi, sono i misteri della sensibilità politica di chi fa e di chi riceve una telefonata. Senza dimenticare lo sforzo immane che Regione Lombardia sta facendo per tutto il suo sistema sanitario.

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli