park

Teatro&Tremore, ritorno al teatro Serassi Fragilità e poetica nel viaggio della vita dei Parkinson


Sabato 21 ottobre al teatro Serassi di Villa d’Almè la compagnia teatrale dell’associazione Italiana Parkinsoniani «Teatro&Tremore» andrà in scena con «Nel bel mezzo (o quasi) del cammino di nostra vita». Lo spettacolo avrà inizio alle ore 20.30. L’introduzione all’evento sarà curata dall’Associazione Culturale “Nel Mondo della Musica” e dall’associazione “Tango Pasiòn” a condivisione e sostegno delle iniziative intraprese dall’AIP Onlus sezione di Bergamo. Seguirà poi la rappresentazione teatrale che si avvale della regia di Romina Marra e Danilo Valsecchi, con la collaborazione di Gabriele Marra. La serata sarà condotta dal disc jockey Beppe Locatelli. L’ingresso e la partecipazione all’evento è gratuito, le eventuali offerte saranno devolute alla ricerca scientifica per la cura della malattia del Parkinson.

L’iniziativa ha già ricevuto il contributo della Fondazione della Comunità Bergamasca, e si fregia dei patrocini della Provincia di Bergamo, Comune di Bergamo, Sorisole, Villa d’Almè, Almè. Quello che andrà in scena al Serassi sarà un lavoro completamente inedito che nasce da una pausa d’autore, ossia un tempo per continuare a studiare teatro con nuovi insegnanti, un «anno ricco di stimoli e di approfondimenti», fa sapere Marco Guido Salvi, presidente dell’associazione parkinsoniani italiani di Bergamo. Un lavoro sulla voce, uno sulla presenza in scena, uno sul clown che vive dentro ognuno di noi, il tutto legato dalla drammaterapia filo conduttore del percorso intrapreso. «Un gruppo di persone ha lavorato intensamente curando il soggetto, preparando i testi, studiando la scenografia e interpretando la rappresentazione. Lo spettacolo teatrale in questo contesto assume il particolare significato di testimoniare che la malattia di Parkinson non ferma la voglia di mettersi in gioco, di esprimere la creatività, di affrontare nuove sfide, di raccontarsi, di divertirsi, di emozionarsi e far emozionare», ha poi aggiunto Salvi.

Lo spettacolo porterà sul palco il viaggio della vita. Un viaggio nel tempo che si sposta tra presente e passato; una classe di scuola, ricordi di nfanzia, buffi personaggi sperduti impegnati insieme nel cammino della vita. Un film che inizia sempre allo stesso modo, con la nascita. Poi dal giorno delle scarpe ognuno inizia il suo cammino.  Sono due i personaggi che guideranno questa storia, dove emergeranno le fragilità di uno e la strada poetica e luminosa dell’altro. «Nella rappresentazione – spiega il presidente Marco Salvi –, pur non parlando esplicitamente della malattia si evidenzia l’importanza di non arrendersi ma d’intraprendere invece una vita creativa per poter sentirsi vivi, per continuare a giocare e allo stesso tempo a riflettere». «Si narra, infine, l’arte di scrivere la propria vita e non perchè finisca su una pellicola, come i grandi film che vengono citati, ma per molto di più, per essere felici», ha poi sottolineato concludendo Salvi.

Lo spettacolo andrà in scena il prossimo 21 ottobre al teatro Serassi di Villa d’Almè, e sarà completamente gratuito. Per motivi organizzativi e per un ingresso più agevole al teatro è consigliabile la prenotazione, utile per l’assegnazione dei posti in sala. È possibile quindi telefonare allo 035/343999; Oppure scrivere una email all’indirizzo: info@aipbergamo.it.


Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli

A Rota Imagna 100 bambini ucraini

Dal 20 marzo, Rota d’Imagna, paesino di 900 anime delle valli bergamasche, ospita 100 bambini ucraini. Sono tutti orfani che, forunatamente, sono riusciti a lasciare