Elicottero neve Temù

Super lavoro degli elicotteri in montagna

Giornata impegnativa per i soccorsi sulle piste di sci del comprensorio Ponte di Legno-Tonale questo venerdì 16 marzo: la bella nevicata che dal tardo pomeriggio di ieri e per tutta la notte ha caratterizzato le quote medio alte ha lasciato un abbondante manto di neve fresca, di almeno 30 centimetri, sulle piste già perfettamente battute e innevate.

Ma la neve si accumula e con i primi tepori di marzo diventa più pesante. Ecco dunque i primi problemi dovuti a cadute di sciatori, sia poco esperti che agonisti, come accaduto sulle piste di Ponte di Legno in Valbione e a Temù sulla pista della Croce, dove sono in corso le gare regionali Fisi per la categoria Children, ragazzi e allievi, maschi e femmine. Verso la 11.40 una 14enne dello sci Club Monte Penice, mentre stava effettuando la gara di supergigante della sua categoria, è uscita dal tracciato rotolando sulla neve. Probabilmente nella caduta il bastoncino le ha fatto da leva sullo sterno e infatti la ragazza lamentava dei dolori al torace. Per questa ragione, vista la zona particolarmente impervia da cui gli sciatori infortunati dovrebbero essere soccorsi con barella Akja sulla neve e trasferiti in seggiovia a valle, è stato allertato il 112 che sul posto ha inviato l’elicottero del 118 da Sondrio. Atterrato in una zona pianeggiante sulla pista di gara, mentre nel frattempo erano stati fermati tutti gli impianti e interrotte tutte le attività sulle piste, il team di soccorso ha preso in consegna la ragazza che era già stata trattata dai soccorritori dell’Akja e del Soccorso Alpino della Guardia di Finanza con il medico di servizio alla gara. E’ stata quindi trasferita in codice giallo al Papa Giovanni di Bergamo dove si trova ricoverata in osservazione. Poco dopo una slovacca di 62 anni si è infortunata nella vicina pista Valbione: la donna lamentava forti dolori ad una spalla. Per la stessa ragione legata alla logistica dei soccorsi, il 118 ha fatto giungere da Brescia l’elicottero di base al Civile che ha preso a bordo la donna e l’ha trasferita in codice verde all’Ospedale di Esine. Nel frattempo un’altra ragazza in gara, di 13 anni, che dopo una caduta lamentava un forte dolore ad una mano, è stata soccorsa dai volontari dell’Akja, trasferita a valle e consegnata al personale dell’ambulanza del 118 dell’Ospedale di Edolo dove è stata ricoverata in codice giallo. La rapidità dell’intervento degli elicotteri e dei soccorsi conseguenti, hanno ridotto al minimi i disagi per gli infortunati e permesso agli sciatori, dopo la necessaria sosta per i soccorsi, di riprendere la loro giornata di sci. Anche le gare regionali in programma, super gigante a Temù e slalom speciale a Ponte di Legno, sono state completate in piena sicurezza senza altri infortuni.

 

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli

Nuova scossa di terremoto

Trema ancora il Sebino. A cinque giorni dalla scossa di Corte Franca ed a 1 mese dalla scossa che ha avuto come epicentro Bonate Sotto,