Suor Tullia saluta la comunità di Gianico dopo 23 anni di servizio

È con il cuore pieno di amore che domenica Suor Tullia ha salutato la comunità di Gianico dopo 23 anni di servizio. È un momento intenso e delicato per tutti, a partire dai piccoli alunni dell’asilo che da oggi dovranno fare a meno delle sue cure amorevoli. Ma lo è stato anche per il sindaco, Mirco Pendoli, che insieme al parroco dopo la celebrazione religiosa ha ringraziato commosso suor Tullia per la bontà del servizio svolto negli ultimi vent’anni. Punto di riferimento per tutte le attività legate alla parrocchia di San Michele Arcangelo, Suor Tullia ha fatto adesso ritorno a Cemmo, presso l’Istituto Suore di Santa Dorotea. Nemmeno la perdita della sorella, suor Annarosa, operativa anch’essa a Gianico e scomparsa pochi mesi fa a causa del Covid-19, è riuscita a scalfire il suo spirito e la sua fede in Dio.

“Suor Annarosa era la disciplina, suor Tullia la libertà: ha sempre avuto una visione della vita in continua evoluzione – racconta la nipote -, e insieme si completavano.”. Ma non sarà un ritiro definitivo, perché suor Tullia continuerà infatti ad uscire per incontrare le famiglie e le nuove generazioni, che da sempre le stanno a cuore. “Salutiamo una parte di noi, della nostra comunità e della nostra storia – ha ribadito Mirco Pendoli, sindaco di Gianico -. Ventitré anni al servizio di Gianico, accanto ai nostri bambini, alle famiglie e sempre vicina agli ultimi. Grazie per tutto, resterai per sempre nei nostri cuori e nella nostra fede. Ti aspettiamo ogni volta che potrai”.

F. Moretti

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli