Standing ovation per Paolo Erba, il sindaco “virtuoso” di Malegno

Paolo Erba: sindaco virtuoso

Il gioco dei Sindaci Virtuosi, concluso di recente, ha visto il camuno Paolo Erba salire sul podio, classificandosi terzo. Una vera e propria standing ovation per il sindaco malegnese che ha ottenuto voti da tutta la valle, in nome di quell’antico senso di appartenenza che annulla i confini comunali.

Malegno è entrato nell’Associazione dei Comuni Virtuosi nel 2011, con la precedente Amministrazione, in quanto le linee perseguite dal Comune si sposavano bene con gli obiettivi dell’associazione, nata 15 anni fa sotto la spinta di piccoli comuni e successivamente allargata alle città. La sua attività interessa soprattutto il settore ambientale e quello educativo-sociale.

«Per il paese significa avere la possibilità di accedere a idee e risorse, oltre ad acquisire una credibilità territoriale. »

Il Sindaco è soddisfatto della lunghezza d’onda perseguita dal comune, inserito così in una rete più grande rispetto a quella locale.

«L’essere arrivato terzo non ha grandi ripercussioni sul paese, se non una maggior visibilità. Però, l’ho apprezzato molto perché ti da un riconoscimento personale come sindaco. Non è sempre facile, ci si chiede costantemente se si abbia preso la scelta giusta e se si stia agendo correttamente, di conseguenza lo vedo un po’ come una piccola gratificazione, la conferma che si stia andando bene. »

Le parole di Paolo Erba sono semplici e schiette e viene facile dargli del tu, annullando i vari formalismi. Racconta di come alle volte sia difficile gestire un comune, di come prendere le decisioni sia spesso complesso e lasci spazio a dubbi e perplessità. Non sono di certo le difficoltà ad avere la meglio sull’entusiasmo di un sindaco fortemente attaccato al proprio paese, entusiasmo che è impossibile non percepire.

«Malegno è un paese di transito, non è un’attrazione turistica come Ponte di Legno, ad esempio. La sua ricchezza sta nel forte senso di comunità, la coesione poi si manifesta nel volontariato, un settore attivissimo. »

Potremmo chiederci cosa renda Paolo Erba un sindaco virtuoso, la risposta che viene in mente per prima è il suo grande interesse per la comunità, e la voglia di mettersi costantemente in gioco.

Maria Ducoli

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli