spry peperoncino.jpg

Spry al peperoncino al Perlasca di Vobarno

Un alunno di 17 anni dell’Itis Perlasca di Vobarno durante la ric reazione ha spruzzato una bomboletta di spray al peperoncino nel corridoio dell’istituto, a poca distanza dalle macchinette che distribuiscono bevande e merendine. La sostanza urticante si sarebbe velocemente diffusa, provocando fastidiose e dolorose reazioni ad alcuni studenti presenti.

Tutto è accaduto, attorno alle 11 di mercoledì 27 febbraio all’istituto d’istruzione Giacomo Perlasca di Vobarno: il personale della scuola ha immediatamente allertato il 112 e sul posto soon giunte una decina di ambulanze, i vigili del fuoco ed i carabinieri, che hanno ricostruito l’accaduto. Si tratterebbe di una bravata per fare uno scherzo. Non poteva immaginare gli effetti immediati, né tanto meno le conseguenze: infatti si sono avuti attimi di vero panico, colpi di tosse diffusi e una fuga generale dei ragazzi per evitare di essere colpiti dalla sostanza irritante. Un quindicina, in tutto, gli studenti rimasti intossicati, due dei quali faticavano addirttura a respirare. Gli alunni che lamentavano bruciori alle prime vie respiratorie, tutti tra i 14 e i 15 anni, sono stati curati sul posto dai sanitari del 118 e poi trasportati in ospedale, a Gavardo, per le analisi del caso.

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli

MULINI MACINA CULTURA

Ci accompagnerà fino alla fine di ottobre Mulini Macina Cultura, la rassegna di eventi che ha preso vita in Valle Camonica lo scorso 4 settembre,

Le tante sorprese di un ghiacciaio

L’Università degli Studi di Brescia e in collaborazione con «Umanesimo artificiale» e «Idee di volumi” ha dato vita a un’iniziativa denominata “un suono in estinzione”