Sport, Regione investe sul territorio Ecco 1,2 mln per «eventi top»

Contributi fino a 15mila euro per eventi o manifestazioni in Lombardia. L’assessore Rossi: «Regione leader sul fronte sportivo».

“La Lombardia crede nello sport e nel suo ruolo sociale e culturale. Per questo vogliamo sostenere tutti quei soggetti che operano in questo mondo organizzando manifestazioni sportive che contribuiscono ad aumentare, tra le altre cose, la visibilità del nostro territorio. Ora abbiamo criteri certi per farlo, finanziati con un budget iniziale di 1,2 milioni di euro”. Così l’assessore allo Sport e Politiche per i giovani di Regione Lombardia Antonio Rossi dopo l’approvazione della delibera da lui proposta in Giunta che stabilisce i criteri attuativi relativi alla misura “sostegno a manifestazioni sportive sul territorio lombardo”.

FINALITÀ – “L’obiettivo che abbiamo come Regione è sostenere – rimarca l’assessore Rossi – la realizzazione di manifestazioni sportive, riconducibili a tutte le discipline olimpiche e paralimpiche, nonché le discipline sportive associate”. “Finanzieremo tutte quelle manifestazioni – aggiunge l’assessore – sia di carattere agonistico sia dilettantistico, che si svolgeranno in Lombardia fino al 31 marzo 2018”.

DOTAZIONE FINANZIARIA – “Partiamo con un plafond finanziario di 1,2 milioni – spiega l’assessore Rossi – che potrà essere incrementato fino a quota 2 milioni”. “Le risorse sono suddivise in trimestri – continua – e prevedono, per ogni periodo, una riserva del 10 per cento a favore dello sport paralimpico, a conferma che la Lombardia è terra di sport per tutti”.

CHI POTRÀ PRESENTARE DOMANDA – “Potranno concorrere al contributo regionale di minimo 500 e massimo 15.000 euro – dice l’assessore Rossi – quanti realizzeranno eventi e manifestazioni sportive e hanno sede legale e/o operativa in Lombardia e facenti parte di Coni, Cip, Federazioni sportive nazionali, Comitati regionali, Discipline sportive associate, Enti di promozione sportiva, associazioni benemerite riconosciute dal Coni, associazioni e società sportive dilettantistiche iscritte al Coni o al Cip o affiliate a Federazioni sportive nazionali, Discipline sportive associate o Enti di promozione sportiva, Comitati organizzatori regolarmente costituiti e altri soggetti di cui sia chiara la finalità sportiva, ricreativa, motoria e non lucrativa”.

TEMPI PER FARE RICHIESTA – Per le iniziative da aprile a giugno al domanda andrà inoltrata entro il 31 marzo; il 31 maggio è il termine per quelle da luglio a settembre, il 31 agosto per gli eventi da ottobre a dicembre e il 30 novembre per il primo trimestre 2018 mentre, in deroga, per il trimestre in corso, ci sarà tempo fino al 15 marzo per inoltrare domanda alla Regione”.

CRITERI E SPESE AMMISSIBILI – “Abbiamo deciso – afferma l’assessore – di attribuire massimo punteggio alla rilevanza dell’evento, di premiare la ricaduta dell’iniziativa, di riconoscere la storicità della manifestazione, di premiare anche chi comunicherà bene gli eventi e, non da ultimo, la sostenibilità dell’iniziativa”. Regione ammette come spese affitti e allestimenti spazi, il noleggio di attrezzature, il servizio di ambulanza e quello assicurativo, tasse e imposte, le prestazioni professionali di atleti, allenatori, istruttori, tecnici, arbitri, giudici di gara e personale sanitario e parasanitario, il materiale promozionale e premi in beni materiali non in denaro.

UN IDEALE CALENDARIO DEGLI EVENTI TOP – “Trimestralmente – conclude l’assessore Rossi – daremo conto delle manifestazioni finanziate che, in pratica, andranno a formare il calendario degli eventi sportivi clou sul territorio della nostra Lombardia, regione leader sul fronte sportivo”.

 


 

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli