cassonetti rifiuti.jpg

Smascherati i furbetti dei rifiuti

La Polizia Locale di Nave, collegata al sistema di videosorveglianza tramite degli schermi, ha individuato alcune persone che hanno danneggiato una ventina di cassonetti e campane della raccolta carta e vetro.

L’episodio, verificatosi nei giorni scorsi, arriva dopo una serie di incendi dolosi che hanno interessato una ventina di cassonetti e campane della carta e del vetro sul territorio e in particolare nelle vicinanze del municipio, davanti alla sede dei salesiani e al parco di via Barcella. Con costi non indifferenti per i cittadini di Nave, considerando che per la sostituzione di una campana il Comune spende 520 euro, che salgono a 680 per un cassonetto dell’indifferenziato o dell’umido. Individuare gli autori dei roghi dei cassonetti non è però l’unico e il principale motivo per cui sono state installate delle telecamere mobili (vengono spostate a seconda delle necessità) puntate sulle mini isole ecologiche. Il fuori cassonetto continua ad essere un problema sul territorio e grazie agli occhi elettronici ora sono state individuate alcune persone autorid ei gesti incivili. Anche in questo caso il costo per la comunità lievita, in quanto il Comune retribuisce degli addetti di Aprica (gestore del servizio di raccolta) per raccogliere i sacchetti gettati fuori dai cassonetti. Più è l’immondizia abbandonata, più aumentano le ore da pagare.

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli