Si vive più a lungo, ma spesso più soli

L’invecchiamento della popolazione è uno dei fenomeni più significativi del 21esimo secolo che ha conseguenze importanti e di ampia portata per tutti i settori della società. Nel Distretto socio sanitario di Valle Camonica, il quale comprende 42 comuni, tra i quali il Comune di Pisogne, gli anziani residenti sono in totale circa 19.572.

Nella fattispecie per il Comune di Pisogne , nel 2016,  su un totale di 7955 abitanti, gli anziani over 65, sono stati 2046.

Nel dettaglio i dati degli anziani sono i seguenti:

Numero Anziani 2046 – Anno 2016 Comune di Pisogne

  65-70 70-80 Over 80
  Maschi Femmine Maschi Femmine Maschi Femmine
 Centro Pisogne 180 207 26 40 122 238
Gratacasolo 95 86 66 69 36 63
Montagna 25 9 318 386 30 50
Tot 300 302 410 495 188 351

Una riflessione importante sulle dinamiche demografiche è quella relativa al livello di invecchiamento; il trend è ormai consolidato: si vive di più, ma rispetto al passato l’anziano spesso vive solo e può contare sempre meno sull’appoggio della rete familiare (la quale per motivi familiari, lavorativi o altro non è in grado di provvedere complessivamente a tutti i bisogni sociali ed assistenziali dell’anziano).Gli anziani che vivono in una situazione di solitudine o che presentano difficoltà relazionali non sempre hanno bisogno di prestazioni di tipo professionale per risolvere i loro problemi, ma necessitano e sentono il bisogno di essere ascoltati, accolti e di  ricevere  compagnia, da parte di qualcuno che apra loro la porta di casa.

A questo proposito, nel corso del mese di novembre 2016, a seguito di un percorso catechistico perseguito dal gruppo dei ragazzi adolescenti con i loro catechisti, frequentanti l’oratorio di Pisogne, relativamente al tema dei bisogni degli anziani e della solitudine, è nata l’idea di attuare insieme al servizio sociale comunale, un progetto rivolto agli anziani, ma che contemporaneamente potesse rappresentare un ‘esperienza umana ed educativa anche per i giovani. Pertanto il servizio sociale comunale, insieme al gruppo adolescenti, ha organizzato, in via sperimentale, nel periodo natalizio, alcuni pomeriggi in cui i ragazzi con i loro catechisti si sono recati presso il domicilio di alcune persone sole, individuate dall’assistente sociale, per “offrire” loro un po’ di compagnia e portare un pacco natalizio, donato dalle volontarie dell’Associazione San Vincenzo e preparato dai giovani insieme a quest’ultime.

Il progetto ha ottenuto un esito molto positivo: le persone anziane hanno accolto favorevolmente la proposta e sono stati felici di ricevere nelle loro case i giovani, i quali a loro volta hanno vissuto una nuova esperienza formativa e di grande solidarietà, nonché hanno condiviso un momento di allegria, compagnia reciproca e di condivisione dei ricordi emozionanti delle persone anziane.

.

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli