Ragazzo salvato.jpg

Si tuffa in divisa e salva un ragazzo che stava annegando

L’Assistente capo della Polizia Stradale di Cremona Alessio Catani martedì 23 luglio nel tardo pomeriggio ha salvato la vita al 26enne Davide Pagani. Il giovane stava pescando nel fiume Oglio quando, a causa di un malore, è caduto in acqua sotto il ponte dell’autostrada A21, che segna il confine tra Bresciano e Cremonese (foto: da Facebook).

La fortuna ha voluto che l’agente e un collega si fermassero proprio su quel ponte pochi minuti dopo, per rimuovere alcuni ostacoli dalla carreggiata. Catani ha immediatamente notato il ragazzo che annaspava in acqua e, senza esitazione, dopo essersi tolto gli stivali e la cintura, si è tuffato. Davide era in balia della forte corrente, ma l’ispettore capo ha nuotato con tutte le forze per riuscire a prendere il giovane e a trasportarlo fuori dall’acqua. Entrambi sono stati trascinati via dall’acqua, sparendo anche dalla vista del collega di Catani, che nel frattempo aveva allertato i soccorsi. Per fortuna hanno incontrato un isolotto di fango e rami. Una volta fuori dall’acqua, il poliziotto ha praticato le manovre di rianimazione al 26enne, poi è tornato indietro, sempre a nuoto, per avvisare il collega che tutto era andato per il meglio. Tornato nuovamente all’isolotto, Catani si è caricato il giovane pescatore sulle spalle e lo ha portato sulla terra ferma, percorrendo una stradina che costeggia il fiume, fino all’arrivo dei rinforzi. Solo allora, stremato e provato, l’agente è crollato a terra. Entrambi sono poi stati ricoverati all’ospedale di Cremona e dimessi dopo le cure del caso. Passato lo spavento, il giovane non ha mancato di ringraziare il poliziotto eroe che gli ha davvero salvato la vita.

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli