Motoslitte.jpg

Si infortuna con la motoslitta e viene multato

I Carabinieri di Breno hanno multato un uomo che con la sua motoslitta si era ribaltato nella sera tra sabato 16 e domnenica 17 sulla strada del Crocedomini e aveva chiamato in soccorso alcuni compagni, che lo avevano aiutato a rientrare a valle.

Per portare soccorso però gli amici avevano scardinato la sbarra con lucchetto presente poco sopra Campolaro, posata per impedire il passaggio dei mezzi. Questa è solo la prima delle quattro barriere appositamente installate lungo il percorso Campolaro-Passo Crocedomini proprio per impedire alle motoslitte di transitare. Una seconda barriera formata da blocchi di cemento, è posta circa dopo un chilometro, la terza subito dopo il rifugio Bazena e l’ultima all’interno della galleria paramassi a circa 300 metri dal Passo Crocedomnini. Dall’inizio dell’anno almeno un paio di volte i pesanti new-jersey sono stati spostati per consentire il passaggio delle motoslitte e questi episodi erano già stati denunciati ai Carabinieri. Dopo l’ultimo episodio il responsabile del settore Bonifica della Comunità montana, Gian Battista Sangalli, ha comunicato che invierà un esposto al Prefetto di Brescia e alle Forze dell’Ordine per segnalare quanto starebbe avvenendo con la presenza di mezzi a motore sulle montagne della media Valle Camonica. Infatti il pericolo è elevato e già alcune slavine sono scese sulla sede stradale tra Bazena e Crocedomini. Oltre che da Breno e Bienno però, altri appassionati salgono in questa zona giungendo dal Maniva o anche da Montecampione. La passione per le motoslitte e le scorazzate sulla neve, organizzate anche in gruppi di appassionati è molto diffusa e vengono cercati nuovi luoghi montani, come nella zona del Mortirolo, dove, appena giunte queste segnalazioni, sono iniziati i controlli e le guardie ecologiche hanno già elevato alcune multe.

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli

Un corso per la cosmesi naturale

Nell’ambito della rassegna “Estate nel Parco 2021”, il Centro Faunistico del Parco dell’Adamello, gestito dall’Associazione LOntànoVerde con il supporto del Parco dell’Adamello e del Comune