Si è spento a Brescia Cesare Trebeschi

Si è spento a Brescia Cesare Trebeschi, testimone e protaginsta della vita politica e sociale. Trebeschi, nato il 25 agosto 1925 a Cellatica, era figlio di Andrea, come lui avvocato, deportato a Dachau, Mauthausen e morto a Gusen.

La storia del padre lo ha accompagnato per tutta la vita, che ha raccontato, che ha fatto sua e portato alle giovani generazioni. Nel 1975 è eletto sindaco dopo Bruno Boni, carica che avrà per 10 anni. Con lui avviene la prima pianificazione urbanistica della città con il disegno di San Polo. Dopo questa esperienza lascia la politica e si dedica alla memoria e allo studio legale. Nella strage della Loggia aveva perso il cugino Alberto e sua moglie Clementina Calzari. Cesare Trebeschi è morto alla clinica San Camillo dove era ricoverato da una decina di giorni. 

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli

La leggenda della Sarneghera

La leggenda della Sarneghera narra la storia di una giovane fanciulla di Monte Isola, promessa sposa di un nobile della Franciacorta. La ragazza, però, non