incidente notturno

Si è costituito l’investitore di Caravaggio

Nella mattinata di lunedì 24 dicembre al comando dei carabinieri di Treviglio si presentato l’uomo che nel tardo pomeriggio di domenica 23 dicembre a Caravaggio ha investito e ucciso Battista Recanati di70 anni. Si tratta di un uomo di 44 anni, incensurato e residente a Caravaggio che ha dichiarato ai carabinieri: “Non me ne ero accorto”.

I militari lo avevano già individuato grazie alle immagini delle telecamere di sorveglianza della zona dell’incidente , ad alcune testimonianze di passanti, e soprattutto a un pezzo di specchietto perso dalla sua Volkswagen Golf nell’impatto e dal quale i carabinieri erano risaliti alla vettura. Il 44enne li ha però anticipati presentandosi in caserma. È stato arrestato in differita con le accuse di omicidio stradale e fuga. Domenica 23 dicembre poco le 17 Battista Recanati si stava recando a piedi a messa in compagnia della moglie, quando era stato travolto in via Damiano Chiesa da un automobilista che, invece di fermarsi a prestare soccorso, era scappato a folle velocità. L’uomo era morto sul colpo; la moglie era rimasta illesa ma sotto choc per l’accaduto. I carabinieri non escludono che l’investitore guidasse sotto l’effetto di alcol e sostanze stupefacenti, e che abbia atteso la mattina seguente a consegnarsi per smaltirne l’effetto. La convalida dell’arresto è prevista per il 26 dicembre.

 

 

 

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli

Andamento occupazione nella bergamasca

Rispetto alle previsioni, la fine del congelamento dei licenziamenti non ha provocato gli effetti negativi che preoccupavano gli imprenditori del terziario di Bergamo nei mesi