Si chiude l’Anno del Turismo, 60 milioni di euro investiti «È stato un anno da incorniciare»


È stata un’iniziativa di straordinario successo: durante questo anno il turismo lombardo ha continuato a crescere nei numeri e nella qualità dell’accoglienza, ma soprattutto, grazie all’accelerazione che abbiamo impresso nel corso della legislatura, si è affermato come asset primario di sviluppo del nostro sistema economico“. È quanto ha dichiarato l’assessore regionale allo Sviluppo economico Mauro Parolini durante l’evento di chiusura dell’Anno del Turismo lombardo, l’iniziativa di Regione Lombardia dedicata alla valorizzazione e promozione del settore sviluppata dal 29 maggio 2016 al 29 maggio 2017.

OLTRE 60 MILIONI DI EURO INVESTITI – “Abbiamo percorso insieme ai protagonisti del settore un cammino lungo 365 giorni, un periodo in cui abbiamo dato nuova linfa al comparto, sostenendolo con oltre 60 milioni di euro attraverso bandi, eventi, iniziative di promozione e di formazione, che hanno generato investimenti per più di 120 milioni di euro. Un anno – ha sottolineato Parolini – che si è rivelato anche un’occasione unica per costruire una rinnovata consapevolezza delle nostre enormi potenzialità turistiche e per riaccendere l’orgoglio per la bellezza che caratterizza le nostre aree turistiche, quelle già affermate e quelle ancora nascoste”. 2016,

ANNO DA INCORNICIARE – “Dopo un 2015 particolarmente positivo, che ha visto una crescita dell’11%, ci si poteva aspettare una battuta d’arresto, invece anche nel 2016 arrivi e presenze hanno fatto registrare ancora un incremento grazie al dinamismo degli operatori e delle istituzioni. Il 2016 – ha continuato l’assessore – è un anno da incorniciare: è l’anno del successo di ‘The Floating Piers’, che ha proiettato la Lombardia e il lago d’Iseo in tutto il mondo, l’anno in cui abbiamo raccolto i risultati dell’implementazione della nuova legge regionale e del nuovo modo di promuovere la destinazione, più moderno e integrato, grazie alla Dmo Explora, che si è dimostrata sempre più come quel soggetto operativo e aggregativo che mancava”.

OBIETTIVO PRIMA REGIONE IN ITALIA – “Da regione conosciuta in Italia e all’estero per il ruolo di leadership economica, nella moda e design, la Lombardia sta finalmente rivelando anche la sua grande vocazione turistica. Oggi siamo arrivati ad essere la prima regione in Italia per visitatori stranieri, ma l’obiettivo – ha concluso Parolini – è quello di diventare prima regione in Italia: un eccellenza anche in ambito turistico”.

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli