infortunio galleria

Severo Riccardi di Gromo muore in un cantiere in Svizzera

Severo Riccardi, di 58eanne di Gromo, è morto nel tardo pomeriggio di lunedì 2 ottobre in Svizzera a Oberwald, nel Cantone Vallese, dove lavorava come minatore e scavatore in gallerie, per un grave infortunio sul lavoro.

La dinamica dell’incidente è ancora in fase di accertamento da parte della polizia e delle autorità elvetiche, ma la causa della tragedia sarebbe stata un cedimento improvviso di una cassaforma, una parte della struttura della galleria di approvvigionamento d’acqua nel cantiere dove Riccardi stava lavorando. Il cedimento ha causato una forte esplosione, che non ha lasciato scampo al minatore bergamasco. Severo era un pendolare il lunedì, con un compagno di Ardesio, raggiungeva Oberwald, tornando a casa il venerdì sera. Secondo quanto riferiscono i media svizzeri, nell’esplosione è rimasto ferito ad una spalla un altro operaio, trasportato in elicottero all’ospedale di Visp, a 50 chilometri dal luogo dell’incidente. Per Severo Riccardi invece non c’è stato nulla da fare e ora la famiglia attende che vengano sbrigate tutte le formalità del caso per poterlo riportare a casa a Gromo, dove lo piangono la moglie Roberta, i due figli Angela e Andrea. Lavorava per una multinazionale austriaca che produce macchinari per frantumare la roccia, ma lavorava spesso in miniera e in galleria. A Severo mancavano pochi anni per andare in pensione, dopo averne passati quasi 40 tra una miniera e l’altra, con continue trasferte di lavoro

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli