Carabinieri posto blocco

Serie di arresti in Vallecamonica

Vasta operazione dei Carabinieri del Comando di Breno con 4 arresti in 24 ore per reati diversi.

Nella notte del 3 giugno i Carabinieri di Darfo B.T., in collaborazione con la Polizia Locale della cittadina, hanno arrestato un 24 enne italiano, incensurato, residente a Rogno, per detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti. Il giovane veniva sorpreso mentre era intento a cedere 3 dosi di stupefacente del tipo marijuana del peso complessivo di 3 grammi circa, a due giovani acquirenti. Durante la perquisizione personale, gli venivano trovate addosso altre 4 dosi di marijuana già confezionate e pronte per la cessione, del peso complessivo di 5 grammi, una modesta somma di denaro ritenuta provento dell’attività di spaccio e ulteriori grammi 10 dello stesso tipo di sostanza stupefacente. Nel corso della successiva perquisizione domiciliare venivano rinvenuti 15 grammi di stupefacente del tipo marijuana, 3 bilancini elettronici di precisione, 4 telefoni cellulari, materiale atto alla preparazione e confezione dello stupefacente e la somma di 70,00 euro ritenuta provento dell’attività illecita. I due acquirenti verranno segnalati quali assuntori di stupefacenti. Processato per direttissima nella mattinata del 3 giugno, l’Autorità Giudiziaria ha convalidato l’arresto e condannato ad un anno di reclusione, pena sospesa, con affidamento in prova ai servizi sociali. Sempre nella notte del 3 giugno scorso a Darfo B.T. i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile di questa Compagnia, hanno tratto in arresto un 39 enne cittadino italiano, incensurato, residente ad Angolo Terme, per il reato di violazione di domicilio aggravata. L’uomo, in evidente stato di ebbrezza alcolica, nonostante il rifiuto espresso dalla fidanzata a farlo entrare in casa, scavalcava il cancello e abbatteva la porta d’ingresso dell’abitazione percuotendo arbitrariamente la donna che riusciva a sottrarsi all’aggressione fuggendo all’esterno. Visitata successivamente presso l’ospedale di Esine veniva riscontrata affetta da varie ecchimosi. All’atto dell’intervento l’aggressore veniva trovato all’interno dell’abitazione in stato confusionale. Processato per direttissima nella mattinata del 3 giugno, l’Autorità Giudiziaria ha convalidato l’arresto, disponendo la misura del divieto di avvicinarsi alla parte offesa a non meno di 200 metri, rinviando il processo ad altra data. Nella mattinata del 3 giugno i Carabinieri della Stazione di Capo di Ponte, in collaborazione con quelli del dipendente Nucleo Operativo e Radiomobile del Comando di Breno e delle Stazioni di Ponte di Legno e Vezza d’Oglio, al termine di una specifica attività investigativa, hanno deferito in stato di libertà un 33 enne ed un 32 entrambi residenti a Ceto per il reato di somministrazione di bevande alcoliche a minori. I due il 28 maggio scorso all’interno dell’esercizio pubblico da loro gestito nella media Valle Camonica, avevano somministrato bevande super alcoliche a due giovani quindicenni. Nel corso degli accertamenti ai due esercenti venivano contestate anche 6 violazioni amministrative, per la somministrazione di super alcolici a minori, la somministrazione di alimenti e bevande in luogo pubblico o aperto al pubblico di spettacoli o trattenimenti senza la prescritta licenza e altro.

 

 

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli

Nuova scossa di terremoto

Trema ancora il Sebino. A cinque giorni dalla scossa di Corte Franca ed a 1 mese dalla scossa che ha avuto come epicentro Bonate Sotto,