guardia di finanza

Sequestri per 95mln e 30 misure cautelari

Operazione “Domus Aurea”: sequestri per 95 milioni di euro e 30 misure cautelari personali per bancarotta fraudolenta, frode fiscale e riciclaggio.
In data odierna i militari del Gruppo della Guardia di Finanza di Monza hanno dato esecuzione a un’ordinanza di custodia cautelare del G.I.P. di Monza nei confronti di 30 persone (di cui 21 arrestate) — residenti nelle province di Milano, Monza e Brianza, Lecco, Bologna, Asti e Reggio Calabria — indagate per associazione a delinquere finalizzata a reati tributari e fallimentari, trasferimento fraudolento di valori, riciclaggio e corruzione.
Le indagini, condotte dalle Fiamme Gialle monzesi e coordinate dalla locale Procura della Repubblica, hanno riguardato un articolato gruppo societario riconducibile ad un noto imprenditore edile, accertando: – il sistematico ricorso all’emissione ed utilizzo di fatture per operazioni inesistenti da parte delle società per un ammontare di circa 95 milioni di euro; – distrazioni patrimoniali per un valore pari a circa 234 milioni di euro.
I dettagli dell’operazione saranno illustrati nel corso di una conferenza stampa che si terrà questa mattina, alle ore 11.00, presso la Procura della Repubblica di Monza, cui parteciperanno il Procuratore Capo di Monza, Dr.ssa Luisa ZANETTI, i Sostituti Procuratori Dr. Salvatore BELLOMO e Dr.ssa Giulia RIZZO, il Comandante Provinciale della Guardia di Finanza di Milano, Gen. B. Paolo KALENDA, ed il Comandante del Gruppo della Guardia di Finanza di Monza, Col. Massimo GALLO.

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli

Zogno, si chiude la Castagnamo

Domenica 28 a Zogno si conclude con Castagnamo la tredicesima edizione della rassegna gastronomica- culturale Sapori & Cultura inaugurata a inizio ottobre. Un  appuntamento –

Voglia di musica in Valle Camonica

Nascerà la banda musicale giovanile della provincia di Brescia dell’Associazione nazionale bande musicali, Anbima? E’ presto per dirlo, ma ci sono già i presupposti perché