Beni mafia.jpg

Sequestrati beni della mafia in Vallecamonica

In Valle Camonica è presente e agisce la Mafia: dsono stai resi noti, infatti, dei provvedimenti di confisca di beni della criminalità organizzata: SI tratta di una decina di immobili sequestrati dalla magistratura.

Lo hanno reso noto le Associazioni Tapioca, Bio Distretto di Valle Camonica e Libera. La situazione è preoccupante, perché il territorio camuno rispecchia la media regionale. I casi accertati dei sequestri sono stati rilavati a Breno, Prestine, Sellero, Paspardo e Gianico con terreni, appartamenti e villette costruiti o acquistati con soldi provento di attività illecite come il commercio di droga, l’evasione fiscale e le tangenti sulle gare di appalti truccati. L’ultima confisca è quella di un immobile a Gianico, in via Caduti dei Campelli e la Corte d’Assise e d’Appello di Torino, ha disposto il sequestrato delle casa di tre piani riconducibile ad un imprenditore genovese accusato di essere affiliato alla criminalità organizzata. Dopo la notifica agli uffici comunali, è cominciata la trafila burocratica che avrebbe dovuto portare allo sgombero della casa: ma la donna che ci vive da anni, che ha sempre avrebbe pagato l’affitto in nero, non sarebbe intenzionata ad andarsene e dunque la vicenda potrebbe avere ulteriori risvolti.

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ultimi Articoli

MULINI MACINA CULTURA

Ci accompagnerà fino alla fine di ottobre Mulini Macina Cultura, la rassegna di eventi che ha preso vita in Valle Camonica lo scorso 4 settembre,

Le tante sorprese di un ghiacciaio

L’Università degli Studi di Brescia e in collaborazione con «Umanesimo artificiale» e «Idee di volumi” ha dato vita a un’iniziativa denominata “un suono in estinzione”